Combattimento urbano

La situazione peggiore per un esercito è sempre lo scontro ravvicinato uomo contro uomo.
Si annullano tutti i vantaggi derivanti dalla potenza di fuoco, mobilità o massa d'urto e conta solo l'addestramento individuale: alla fine, è sempre la fanteria a dover risolvere la situazione!
In queste immagini tre soldati tedeschi cercano di farsi strada tra le macerie:
 Il comandante della pattuglia fa cenno a qualcuno di avanzare...

...mentre il mitragliere spara con la sua MG34, ed un commilitone tenta la sortita:
Durante il secondo conflitto mondiale molte città d'Europa sono state conquistate con combattimenti casa per casa, compresa la stessa Berlino.


L'intero gruppo è in resina, della Verlinden, in scala 1.35; il dettaglio è superbo e il prezzo non è da meno.
A parte l'ovvia pulizia dei pezzi dagli sfridi di fusione, è necessaria solo una certa pazienza nell'individuazione degli oggetti raffigurati tra le macerie, per dipingerli con i colori giusti; personalmente, ho anche sostituito il mitra MP40 del caposquadra, perchè l'originale mi sembrava fuori scala.
La mimetica indossata dai figurini si realizza con un fondo marrone, chiazze verdi e ocra e puntini, dati con uno stuzzicadenti, in due toni di verde e altre due di marrone.
Alle volte, nei modelli in resina si possono formare delle bolle d'aria che si risolvono in grossi buchi nel pezzo finito; si può ovviare al problema con una passata di stucco da muri: economico ed efficace.

Per una rassegna di film di guerra cliccate qui.

A presto! 

Commenti

Captain LOL ha detto…
Great work Sir .
Cheers.
luca tempesta ha detto…
thanks, captain!
bye

Post più popolari