Modelstorming

Modelstorming
Clicca sul banner per accedere al sito

La necessità... (Sd.Kfz.7/1)

...aguzza l'ingegno. Trovandosi nella necessità di fornire alle proprie truppe un'adeguata difesa contraerea, l'esercito tedesco utilizzò i mezzi più disparati. Nelle foto, vediamo un semicingolato Sd.Kfz. 7/1 che trasporta una quadrinata contraerei Flakvierling 7 da 20 mm, e traina un Nebelwerfer, ovvero un lanciarazzi multiplo a sei canne, progettato inizialmente per il lancio di nebbiogeni e poi convertito all'utilizzo di granate esplosive:

Come si nota dalle targhe, il mezzo appartiene all'aeronautica (Luftwaffe), alle cui truppe a terra era normalmente demandato il compito della difesa dagli attacchi aerei, anche se l'esercito e le SS avevano comunque batterie proprie:
 Al di sotto delle canne si notano i contenitori dei razzi per il Nebelwerfer:

A differenza del semicingolato, che sfoggia la normale mimetica a tre toni (ocra, verde e rosso-marrone), il lanciarazzi è in grigio scuro, ovvero il colore d'ordinanza prima del 1943; una tale eterogeneità non era frequente, ma nemmeno rara, poichè, a causa della mancanza di materiali, si dava la precedenza nella verniciaura ai mezzi più importanti tralasciando l'equipaggiamento secondario.
La vista dall'alto mostra il sistema di traino e le due "code" del lanciarazzi, che, una volta sganciato, sarebbero state aperte ed affondate nel terreno, grazie ai vomeri sottostanti, per garantire una postazione di tiro stabile.
Il mezzo è un kit Tamiya, mentre il Nebelwerfer è della Italeri, entrambi in plastica ed in scala 1.35.
Dopo la colorazione di base, sono state passate una lavatura di nero ed una di colore ocra molto diluito per simulare la polvere ed il terriccio sulle parti basse dei veicoli; per le parti superiori si ricorre al pennello asciutto, sempre in ocra, che serve anche ad opacizzare il parabrezza del trattore. Le decal delle targhe sono del tipo ad acqua e vanno trattate allo stesso modo del resto del modello, in modo da fonderle nell'insieme.
Sul muso, piccoli tocchi con stucco da muri, poi dipinto in ocra, riproducono un pò di terra rimasta attaccata al paraurti.

Per una rassegna di film di guerra cliccate qui.

A presto!

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...