Passaggio di proprietà (Matilda II)

In guerra capita spesso che i mezzi abbandonati dal nemico possano essere riparati ed adattati alle proprie esigenze. E' sempre rischioso, perchè, nonostante la profusione di stemmi nazionali dipinti sui veicoli, questi mantengono sempre una sagoma inconfondibile che invita ogni artigliere a sparare prima di accertarsi dell'identità del bersaglio.
Qui vediamo un gruppo di soldati tedeschi che sta sfruttando un Matilda II sottratto agli inglesi per spostarsi nelle immense distese aride del deserto africano:
Solo il cannone antiaereo da 88 mm Flak 36/37 riusciva a perforare la corazzatura di questo carro armato.
Notare il mimetismo inglese a 3 colori e le croci tedesche (Balkankreuz) dipinte un pò ovunque:
Il Matilda II era un carro di appoggio alla fanteria, di conseguenza era lento e ben corazzato, ma penalizzato da un cannone di soli 47 mm di calibro, che inoltre poteva sparare solo granate esplosive (e non perforanti). Si trovò ben presto ad essere surclassato dai migliori mezzi tedeschi.
Chi può, viaggia all'esterno del mezzo, per ovviare alla calura insopportabile.
 Uno dei carristi è ferito, e vediamo che dal taschino della camicia spunta un pacchetto di sigarette:
Un ufficiale, in tenuta completa dell'Afrikakorps, si fa dare un passaggio, mentre il capocarro sembra aver scorto qualcosa in cielo.
Per la realizzazione del modello (Tamiya, plastica, scala 1.35) ho utilizzato le foto fatte da mia moglie durante le visite all'Imperial War Museum di Londra ed al Tank Museum di Bovington.
Una lavatura di color fumo e diverse passate di pennello asciutto in colore ocra hanno conferito al mezzo quell'aspetto usurato tipico dei veicoli utilizzati nel deserto.
Il figurino del capocarro è stato modificato nella posa e la testa sostituita per ottenere una posizione più naturale.

Guarda il mezzo dal vivo.
Per una rassegna di film di guerra cliccate qui.

A presto!

Commenti

Post più popolari