Operation V

Una delle migliori saghe robotiche di tutti i tempi è quella che riguarda la "Guerra di un anno" tra la Terra e la colonia spaziale Site 3, autonominatasi indipendente sotto il nome di Principato di Zion.
Protagonisti assoluti della vicenda sono i mobile suit da combattimento utilizzati dalle due parti in lotta; Operation V è il nome del progetto con cui l'esercito terrestre metteva in campo 3 mezzi straordinari: Gundam, Guncannon e Guntank.
Cominciamo da Gundam:
Pilotato dal giovanissimo Peter Rei (Amuro Rei, nell'originale), si tratta di un mezzo da combattimento corpo a corpo, dotato di un fucile laser, due spade laser riposte nello "zaino" sulla schiena, un bazooka e due mitragliere (denominate "Cannoni Balkan") nella testa. In alcune puntate della serie animata appaiono anche una sorta di lancia con la punta di energia ed un mazzafrusto medievale!
Nelle viste laterali compare anche un Core Fighter, ovvero un piccolo caccia, che, ripiegandosi su sè stesso, va a formare la parte centrale del tronco dei tre mobile suits.
Guardando da dietro, vediamo il bazooka (con il caricatore da 5 colpi sotto la culatta) e l'inconfondibile scudo con la feritoia per i cannoni Balkan:
Passiamo a Guncannon.
Il mobile suit è progettato per l'appoggio ravvicinato e dispone di un fucile laser e di due cannoni montati sulle spalle:
In battaglia, il Guncannon può appoggiarsi anche sulle mani per sparare, offrendo un minore bersaglio al fuoco di controbatteria.
I reattori principali sulla schiena servono a rallentare gli atterraggi, mentre i secondari (le piccole grate in alto sui principali) bilanciano il rinculo dei cannoni per il fuoco dalla posizione eretta:
Ultimo, ma non meno importante, ecco Guntank:
Concepito per l'appoggio a distanza, si avvale di due cannoni a lunga gittata montati sulle spalle, mentre le 8 bocche da fuoco al posto delle mani servono per la difesa ravvicinata. Aviolanciabile, ha anch'esso dei reattori (non visibili) posti sotto lo scafo per rallentare gli atterraggi. Le protuberanze sulla schiena sono degli scambiatori di calore per il raffreddamento delle armi:
Ma come non parlare del carismatico avversario di Peter Rei, ovvero il Maggiore Shea (Char Aznable nell'originale).
Soprannominato "Cometa Rossa", pilotava uno Zaku (pronunciato Zak in italiano) modificato e migliorato rispetto al modello di serie; ovviamente il mezzo era dipinto in rosso, a differenza degli altri, per volere esplicito del suo pilota:
Il mobile suit era dotato di un fucile laser (con il caratteristico caricatore a tamburo) e di un'ascia per il combattimento ravvicinato. Altra caratteristica indimenticabile (stavolta comune al modello di serie) era il singolo occhio al centro della testa, che si poteva spostare da una parte all'altra del visore, conferendo un'aria inquietante al mezzo.
Tutti i modelli sono in plastica, della Bandai, in scala 1/144 (circa 15 cm di altezza).
Tutti gli snodi sono operativi e i mobile suit sono posizionabili a piacimento.
Pur essendo già prodotti nel colore finale, ho preferito ridipingere i pezzi a pennello prima di assemblarli, inoltre gli ho applicato delle lavature che li rendessero meno "soprammobili" e più realistici (!), oltre a evidenziare maggiormente le modanature e le giunzioni tra le piastre.

In seguito al terremoto che ha colpito il Giappone l'11 marzo 2011, anche Gundam ha voluto incoraggiare la popolazione...
... e lo Zaku di Shea non poteva essere da meno:
I disegni (riprodotti senza autorizzazione e solo a fine divulgativo) sono di Kunio Okawara, uno dei disegnatori ufficiali del mobile suit bianco, e la scritta dice "Ganbare Nippon!", ovvero: Fai del tuo meglio, Giappone!

Per una rassegna di film d'animazione cliccate qui.

A presto!

Commenti

Simmy ha detto…
Ho sempre amato questa serie, che vidi da ragazzo. Ha qualcosa di particolare che la rende diversa dagli altri anime giapponesi dell'epoca, in qualche modo è più reale, anche perché i cattivi non sono extraterrestri. Una vera saga fantascientifica. Anche i robot hanno un fascino particolare, sopratutto i "cattivi". I tuoi modelli sono molto belli complimenti per il magnifico lavoro.
Simone
luca tempesta ha detto…
ti ringrazio molto Simone per i complimenti e ti dico che condivido in pieno la tua opinione su questa fantastica serie!
ciao
Blogger ha detto…
New Diet Taps into Pioneering Concept to Help Dieters LOSE 15 Pounds within Only 21 Days!
Blogger ha detto…
QUANTUM BINARY SIGNALS

Get professional trading signals delivered to your mobile phone daily.

Follow our signals NOW & gain up to 270% daily.

Post più popolari