Modelstorming

Modelstorming
Clicca sul banner per accedere al sito

Soccorso stradale (Bergepanther)

A causa di guasti meccanici o danni da battaglia, i veicoli potevano avere necessità di essere trainati fino all'officina più vicina. Mentre per quelli più leggeri si poteva ricorrere ai semicingolati, per i corazzati si utilizzavano i carri recupero, che erano sostanzialmente dei carri armati privati della torretta e dotati di gru e verricelli:
Qui vediamo un Bergepanther della Seconda Guerra Mondiale, sviluppato sullo scafo del carro Panther da 45 tonnellate. Nella vista dall'alto si distingue l'argano con il cavo d'acciaio per il traino:
L'armamento difensivo è composto da una mitragliera da 20mm; dietro di essa si distingue il telo pieghevole che funge da copertura alla postazione di pilotaggio:
Sul lato sinistro è agganciata la trave che poteva essere inserita sotto i cingoli per aumentare la trazione.
L'argano veniva smontato durante i trasferimenti e poteva essere installato su entrambi i lati del mezzo:
Sul retro era installato un vomere abbattibile che si infilava nel terreno, mantenendo fermo il carro durante il recupero del mezzo immobilizzato:
Il mezzo è stato usato dagli uomini del 653° battaglione cacciacarri pesanti per la realizzazione di un esemplare unico direttamente sul campo di battaglia.

Modello in plastica Dragon 1.35 con alcuni particolari in lamierino fotoinciso.
La vernice metallica passata a pennello asciutto simula le scrostature, mentre una lavatura generale in color fumo conferisce un'aria più usurata all'insieme. Il vomere va trattato a parte con passate aggiuntive di nero e marrone a pennello asciutto. Una lavatura color ocra sui cingoli (dipinti in nero opaco) ne mette in risalto il disegno.

Per una panoramica sui film di guerra cliccate qui.

A presto!

1 commento:

Anonimo ha detto...

ma dove li parcheggi tutti sti carri armati??
ahahahah :D
ale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...