Soluzione provvisoria (SU-85)

Con l'entrata in campo dei nuovi carri Tigre, il cannone da 76mm montato sui carri sovietici divenne insufficiente. Per guadagnare tempo utile alla realizzazione di una torretta per il T-34 in grado di ospitare un pezzo da 85mm, fu creato il cacciacarri semovente SU-85:
Il cannone da 85mm era inserito in una struttura fissa con limitato brandeggio orizzontale.
Basato sullo scafo dello stesso T-34, il mezzo ricalcava il disegno dei pariclasse tedeschi.
La vista laterale consente di vedere il treno di rotolamento in teramente gommato ed i serbatoi supplementari cilindrici ai lati del motore.
Lo slogan sulla casamatta dice: "Sia gloria a Stalin".
Come molti cingolati sovietici del periodo, lo SU-85 poteva viaggiare su strada con le sole ruote, una volta rimossi i cingoli.
Il capocarro indossa la divisa standard (Gymnastiorka), con la cuffia imbottita da carrista, che contiene anche le cuffie radio.
In seguito, il mezzo fu sostituito dal ben più potente JSU-122.

Modellino in plastica in scala 1.35.
Una lavatura in color fumo sulla base verde (dalla tonalità ancora discussa tra gli storici) conferisce un'aria usurata al mezzo, mentre una lavatura in ocra sui cingoli ne esalta il disegno.
Pochi tocchi di nero a pennello asciutto sugli scarichi completano l'opera.

Per una rassegna di film di guerra cliccate qui.

A presto!

Commenti

Post più popolari