Un grave errore (Dieppe 1942)

Nel 1942 gli Alleati erano tentarono lo sbarco in Europa, ritenendo incomplete le difese costiere dell'Asse. Per necessità logistiche, occorreva impadronirsi di un grande porto, in grado di accogliere l'enorme flusso di uomini e materiali necessari alla creazione di una testa di ponte sul continente. La scelta cadde sul porto di Dieppe, e fu un disastro. I carri armati Churchill sprofondarono nella sabbia appena sbarcati e gli uomini furono sommersi da una pioggia di fuoco che arrivava da postazioni ben protette, contro cui le batterie navali non avevano potuto nulla. La scena raffigura alcuni soldati tedeschi che, nella fase finale dei combattimenti, scendono verso la spiaggia per controllare la situazione e contrastare il tentativo di sbarco:
Nella visuale dall'alto si nota la postazione interrata su cui è installata la torretta monoposto di un carro francese FT-17.
Munito di un cannone da 37 mm a bassa velocità iniziale, questo mezzo, risalente alla Prima Guerra Mondiale, era già obsoleto all'inizio del conflitto. Dopo la capitolazione della Francia molte torrette vennero utilizzate in postazioni fisse come quella della foto.
Diamo un'occhiata ai protagonisti:
Vediamo due marinai della Kriegsmarine (marina da guerra) ed un soldato della Wermacht (esercito). Cominciamo dall'ufficiale di marina:
Indossa la divisa in tessuto melton blu d'ordinanza ed è armato con un mitra Bergmann in calibro 9 mm, mentre alla cintura si nota una Stielhandgranate, ovvero una bomba a mano con manico, confidenzialmente chiamata "schiacciapatate". Il suo grado è evidenziato dal cappello con la visiera rigida e dalle controspalline bordate in oro.
Davanti a lui vediamo un suo sottoposto:
In questo figurino si riescono a vedere il taglio a doppiopetto della blusa e i bottoni dorati. Il sottufficiale ha una buona scorta di granate e brandisce un Karabiner 98k con baionetta inastata. Si distinguono bene anche i portacaricatori alla cintura e le mostrine azzurre; i galloni sul braccio sinistro sono bordati in oro.
Analizziamo il figurino del soldato:
Anche lui è armato con il fucile d'ordinanza k98k ed indossa la versione 1936 della waffenrock (ovvero la blusa dell'esercito), che prevedeva controspalline e colletto in tessuto verde scuro, a contrasto con il grigioverde del resto. Fino al 1943, inoltre, l'uniforme prevedeva pantaloni di colore grigio-topo e stivali neri a canna. Mostrine e controspalline sono in bianco, colore identificativo della fanteria.

Il diorama è in scala 1:35, con figurini in plastica Dragon e Tamiya. La torretta viene da un kit di produzione est-europea, mentre il muro di contenimento e la scalinata sono in gesso, della CVR.
Il muro è stato dipinto con vernice spray e successive lavature in nero.
Ho chiuso la parte posteriore del diorama con del cartone ondulato, con cui ho anche realizzato la base per il terrapieno. La torretta è incollata su un tubo di cartone che fungeva da asse per un rotolo di etichette adesive.
Pietrisco ed erba da presepe incollati con del vinavil completano l'effetto.

Per una rassegna di film di guerra cliccate qui.

A presto!

Commenti

Post più popolari