Passa ai contenuti principali

Star Trek - Serie classica (TOS)


Titolo originale: Star Trek

Anno di inizio programmazione: 1966

Stagioni: 3

Episodi: 79

Interpreti: William Shatner, Leonard Nimoy, DeForest Kelley, James Doohan, Nichelle Nichols, George Takei, Walter Koenig

Trama:
Nel XXIII secolo la Terra è unita in un Unico Stato ed è sede della Federazione Unita dei Pianeti, che riunisce la maggior parte delle forme di vita senzienti della galassia. L’astronave Enterprise, comandata dal capitano James Tiberius Kirk, parte per la sua missione scientifica di 5 anni con l’incarico di esplorare ed analizzare quanto di ancora ignoto dovesse incontrare sul suo cammino, “fino ad arrivare là, dove nessun uomo è mai giunto prima”.

Serie di enorme successo, si inseriva nel panorama politico degli Stati Uniti degli anni ‘60, estremamente travagliato a causa della fobia anticomunista, della guerra fredda, della segregazione razziale e della guerra in Vietnam. Lo stesso Martin Luther King pregò Nichelle Nichols (il tenente Uhura) di non abbandonare la serie, perché la figura di una donna di colore sul ponte di comando era più di una speranza per gli afroamericani, che lottavano per uscire da una posizione subordinata nei confronti della popolazione bianca (da notare che nell’episodio “Umiliati per forza maggiore” c’è il primo bacio interrazziale della storia della TV).
La presenza di un ufficiale di chiara origine slava (Pavel Chekov, interpretato da Walter Koenig) era una speranza per un futuro di convivenza pacifica con un “nemico” che incarnava l’essenza stessa del male, mentre la figura del signor Spock era l'incarnazione di un desiderio di comunicazione che travalicava i confini planetari.
Impossibile analizzare in breve la dimensione del fenomeno Star Trek, che ha dato vita a 11 film, 4 serie successive, una serie animata ed innumerevoli episodi spuri autoprodotti dai fan club in tutto il mondo.

Nella foto: l'astronave Enterprise.
A presto!

Commenti

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!