Passa ai contenuti principali

Zira

Anno 3978 del calendario terrestre.
Due astronauti, arrivati su di un pianeta sconosciuto, sono fatti prigionieri da scimmie antropomorfe, che li sfruttano come schiavi.
Solo 2 scienziati, Cornelius e Zira, capiscono che i nuovi arrivati sono diversi dagli umani che loro conoscono e tentano di proteggere questa verità dall'oscurantismo imperante, che vede il suo massimo custode nel capo del settore scientifico Zaius, che ritiene gli uomini una razza inferiore, incapace di pensiero razionale.
Qui vediamo Zira in casa sua, che indossa gli abiti con i simboli che la contraddistinguono come scienziata.
In mano stringe un documento, simbolo del livello di evoluzione culturale delle scimmie, che hanno soppiantato gli umani come specie dominante.

Modellino in plastica (Aurora) in scala 1:12 con pochi dettagli; è necessario un certo lavoro di pulizia dei pezzi e di stuccatura degli incastri. Il film "Il pianeta delle scimmie" è l'unica fonte corretta per la colorazione, poichè il disegno sulla scatola è errato. Poche lumeggiature a pennello asciutto sui rilievi degli abiti sono sufficienti a dare la giusta profondità delle ombre.

Per una panoramica sui film di fantascienza cliccate qui.
A presto!

Commenti

Post popolari in questo blog

Ottobre Rosso

Base navale di Poliyarny, a nord di Murmansk: il nuovo sommergibile sovietico Ottobre Rosso, dotato di propulsione silenzionsa "Caterpillar", si appresta a partire sotto il comando di Marco Ramius...
Direttamente dall'omonimo film, il modello in scala 1.350 (plastica, Italeri) del sommergibile missilistico nucleare sovietico classe Tifone:

Circa 200 uomini d'equipaggio, 8 tubi lanciasiluri da 533 mm a prua, 2 reattori nucleari per la propulsione e 24 pozzi di lancio per altrettanti missili balistici nucleari a rientro multiplo (MIRV) fanno di questo sottomarino un'arma quanto mai temibile. Nelle foto precedenti si notano due dei pozzi dei missili aperti e pronti per il lancio.
Nelle foto dalla poppa, si notano le linee sinuose e perfettamente raccordate dello scafo costruito interamente in titanio, con tutti i problemi di saldatura del caso.
Durante la Guerra Fredda, questo mezzo fu sviluppato appositamente per viaggiare sotto la calotta artica, emergere dal ghia…

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

Stormtalon

La cannoniera Stormtalon svolge il ruolo di piattaforma di fuoco volante, annichilendo le postazioni nemiche:
I motori orientabili le consentono anche di rimanere in volo su un punto fisso del campo di battaglia

Modellino in scala 28mm, prodotto dalla Games Workshop e lavorato con colori acrilici e primer blu spray Citadel.
Per la base ho utilizzato una pasta testurizzata della stessa ditta.

A presto!