Passa ai contenuti principali

The Gamers - The Gamers: Dorkness Rising


Anno: The Gamers – 2002; The Gamers: Dorkness Rising – 2008

Regia: Matt Vancil

Interpreti: Matt Cameron, Matt Shimkus, Nathan Rice, Chris Duppenthaler, Emily Olson, Nathan Rice, Carol Roscoe, Brian Lewis

Trama di The Gamers:
In un campus americano, alcuni amici si ritrovano per una sessione di giochi di ruolo, disturbando a più riprese una studentessa che sta cercando di studiare e che li minaccia di ritorsioni violente, interrompendo la partita in diverse occasioni. La narrazione si sposta nel mondo fantasy in cui si muovono i personaggi creati dai protagonisti: il gruppo di avventurieri, ricevuta la richiesta di aiuto da parte del Re affinché liberino sua figlia dalle mani del temibile “The Shadow”, si dirige in una locanda in cerca di informazioni. Dopo uno scontro con un vecchio nemico, i personaggi si accampano in un bosco, dove uno di loro riceve l’apparizione della principessa prigioniera, che gli indica la via da seguire. Superate diverse peripezie, compresa la morte del mago del gruppo (prontamente sostituito con un nuovo personaggio controllato dallo stesso giocatore), i nostri eroi entrano nella roccaforte dell’avversario e lo uccidono, ma non trovano la prigioniera. Scoperta una porta segreta, i personaggi vi entrano e si ritrovano nel campus in cui i giocatori stanno giocando, quindi fanno irruzione nella stanza in cui questi si trovano e li eliminano. La storia si conclude con la studentessa che sta cercando di studiare, che, ignorando la situazione, minaccia i personaggi fantasy di farli cacciare dal campus e se ne torna nella sua stanza mugugnando: “fucking gamers!”.

Trama di The Gamers: Dorkness Rising:
Un gruppo di amici si riunisce nel negozio di uno di loro per giocare a D&D e per testare le avventure che poi saranno pubblicate, ma non riescono a terminare l’ultima, quindi decidono di accettare altri giocatori nel gruppo per avere man forte nell’impresa (sul piano fantasy vediamo i loro personaggi che, lasciati i loro averi ad un “personaggio non giocante”, vengono uccisi dal loro avversario). Aggregata al gruppo la ex-fidanzata di uno dei giocatori, questi riprendono l’avventura per l’ennesima volta, con l’aggiunta di un Paladino, controllato direttamente dal Master. Nel gioco, il gruppo si avventura alla ricerca della Maschera della Morte, su incarico del Sommo Sacerdote, affrontando ogni sorta di pericoli e di situazioni assurde, con lo scontro continuo tra i giocatori, che già conoscono l’avventura, ed il Master, che tenta di farli giocare come se non sapessero nulla. Dopo un’interruzione di una settimana di tempo reale ed alcune escursioni in altri giochi da tavola, la partita riprende e giunge a conclusione con un finale inatteso, sia nel gioco che nel mondo reale. Il film si chiude nel negozio in cui i giocatori si ritrovano di nuovo per iniziare un’altra avventura.

Sostanzialmente, il secondo film è un remake ampliato del primo, e, grazie anche al contributo economico di varie aziende del settore dei gdr (Giochi Di Ruolo), è stato girato con attrezzature migliori e meno artigianali. Le situazioni paradossali sono del tutto familiari a chiunque abbia giocato ad un qualunque gdr (ed in particolare a Dungeons & Dragons). Entrambi i film, in vendita diretta sul sito della Dead Gentlemen Productions, sono dei piccoli capolavori dedicati a tutti i Nerd.

Nella foto: una torre lancia dadi.
A presto!

Commenti

Fed Zeppelin ha detto…
lo sai già, ma ti stimo tantissimo, hombre!

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!