Passa ai contenuti principali

Panzer VI - Sd. Kfz. 181 - Tiger

Il carro Tigre è divenuto il simbolo della supremazia tecnologica tedesca durante la seconda guerra mondiale. Fu prodotto dal 1942 al 1944, ed era l'unico mezzo realmente temuto dai carristi Alleati.
La foto di seguito ci mostra un Tigre inserito in un diorama a grandezza reale all'interno della base aerea di Duxford (UK):
Nelle foto successive, scattate nel museo dei corazzati di Bovington (UK), appare il mezzo 131, che fu il primo carro Tigre catturato dagli Alleati dopo che l'equipaggio lo aveva abbandonato perchè il proiettile di un carro armato Churchill si era incastrato tra il mantelletto del cannone e l'anello della torretta.
Il veicolo, sviluppato a partire dal prototipo VK4501 costituì la base per lo Sturmtiger, un possente mortaio semovente da 380mm.
Qui vediamo il sistema di ruote interconnesse, che, per quanto innovativo, poneva gravi difficoltà alla manutenzione:
Dalla 3/4 posteriore si vede la feritoia che consentiva all'equipaggio di usare le armi personali dall'interno del carro. Tale dettaglio venne eliminato nelle versioni successive.
L'immagine possente del mezzo è rimasta immutata, grazie anche allo splendido lavoro di restauro.
Dettagli tecnici:
lunghezza: 8.45 m; larghezza: 3.54 m; altezza: 3 m; peso: 57 t; equipaggio: 5; velocità massima: 40 km/h; calibro del cannone: 88 mm

Per vedere uno spaccato del mezzo, cliccate qui.
Per una guida ad alcuni musei cliccate qui.

A presto! 

Commenti

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!