Passa ai contenuti principali

A'Tuin

"Ho sempre sospettato che gli Dei avessero senso dell'umorismo, altrimenti perchè avrebbero piazzato il nostro mondo sul dorso di quattro elefanti che stanno appoggiati su una tartaruga che nuota nello spazio?"
Moist von Lipwig
La Grande A'Tuin, appartenente alla specie Chelys Galactica, è il personaggio più misterioso di Mondo Disco: nessuno sa quanti anni abbia, dove stia andando e perchè.
Persino il suo sesso è ignoto, anche se almeno una spedizione di astrozoologi ha tentato di svelare il mistero (la vicenda è raccontata nella miniserie The Colour of Magic).
Tra le città più importanti di Mondo Disco è impossibile non citare Ankh Morpork, sede dell'Università Invisibile, il cui computer centrale verrà interogato da Morte nel tentativo di scoprire cosa fosse successo a Hogfather.
Lungo il bordo del disco l'acqua degli oceani si riversa nello spazio, generando la schiuma che si vede tutto intorno.
Una leggenda sostiene che, originariamente, vi fossero cinque elefanti sul suo guscio, ma come sia accaduto che uno sia andato perso nello spazio, resta un enigma irrisolto.
Mancando un apposito kit di costruzione in commercio, ho dovuto imbarcarmi in una vera e propria "caccia alla tartaruga" in tutti i negozi di giocattoli, fino a trovarne una di tipo e dimensioni adatte ad accogliere i più piccoli elefanti che sia riuscito a trovare: quattro cuccioli in plastica prodotti dalla Schleich.
Necessitando di esemplari adulti ho dovuto "invecchiarli" fornendo loro apposite zanne realizzate con parti di stuzzicadenti incollate con Attak e dipinte con gli acrilici. Indispensabile una mano di primer spray trasparente, data la particolarità della plastica su cui poi ho steso i colori a pennello; una buona lavatura di colore marrone ha completato l'effetto.
Il disco è formato da alcuni dischi sovrapposti di plastica trasparente, del tipo che si trova sul fondo delle campane porta-cd e dvd, mentre l'effetto schiuma è fornito da ciuffi di ovatta incollati sul bordo.
La mappa di Mondo Disco è stata scaricata dal web e stampata su carta adesiva.
Ringrazio Fed per l'elaborazione ed il ridimensionamento dell'immagine.

A presto!

Commenti

Fed Zeppelin ha detto…
non c'è di che, è stato un piacere ^^
ale ha detto…
che bellooo!!avete trovato tutti pezzi!!!! :D
luca tempesta ha detto…
...e non è stato facile!

Post popolari in questo blog

Space Marines Primaris Aggressors (finitura livello gioco)

Gli Aggressors sono pronti a sbaragliare il nemico con le potenti armi a loro disposizione:



Miniature Games Workshop in scala 28mm.
Finitura a livello gioco con primer spray blu e colori acrilici Citadel; la base è stata decorata con un colore grigio testurizzato della stessa marca.

A presto!

Un lunga storia (obice trainato 203mm)

L'esercito degli Stati Uniti acquistò diversi obici inglesi da 203mm durante la Prima Guerra Mondiale, per fare fronte alla carenza di artiglieria a lunga gittata. In parte modificato ed ammodernato, il pezzo partecipò anche alla Seconda Guerra Mondiale ed alla guerra di Corea:
Qui vediamo un obice da 203mm trainato da un veicolo derivato dal carro M24 durante la guerra di Corea:
L'affusto era dotato di code apribili con vomeri che si piantavano nel terreno, fornendo una base stabile. La massima gittata dell'arma era di circa 20 km.
Il trattore era in grado di sostenere la velocità degli altri mezzi durante gli spostamenti, consentendo un utilizzo tattico dell'arma.
Nelle due foto seguenti si notano i particolari della divisa dei carristi, che non è cambiata di molto dal secondo conflitto. L'uomo sulla sinistra indossa una fondina fuori ordinanza:
Una tazza di caffè caldo è l'ideale nel gelo della Corea:
Dopo gli anni '50, l'obice fu montato su un affus…

Chaos Space Marine Preachers (finitura livello gioco)

Scendono sui campi di battaglia pronti a imporre il volere degli dei del caos contro i precetti del falso imperatore:




Figurini in scala 28mm prodotti dalla Games Workshop e ampiamente modificati con pezzi d'avanzo.
Il fondo rosso è il primer spray Mephiston Red, mentre per i dettagli sono stati usati i colori acrilici a pennello, tutti della Citadel.
Le basette sono state lavorate con i colori testurizzati Citadel.

A presto!