Passa ai contenuti principali

Imperial War Museum - Duxford

Il museo occupa il sito della base aerea di Duxford, edificata durante la prima guerra mondiale anche grazie al lavoro coatto dei prigionieri di guerra tedeschi. La base fu ampiamente usata anche durante il secondo conflitto sia dall’aeronautica inglese che da quella americana, rimanendo poi in attività fino al 1961. Fu trasformata in museo nel 1977 ed attualmente ospita la più grande raccolta europea di aerei, ospitati negli hangar originali della struttura militare.
Nella AirSpace exhibition hall troviamo alcuni tra i più famosi aerei di tutti i tempi, come l’Avro Lancaster ed il Vulcan, che hanno fatto la storia dei bombardieri…
  …come pure un esemplare del Concorde, interamente visitabile, di cui vediamo la cabina di pilotaggio:
Proseguendo all’esterno lungo il tracciato della pista di volo troviamo questo B-17 restaurato in condizioni operative:
All’interno del padiglione americano, che ospita la più grande raccolta di aerei USA al di fuori degli Stati Uniti, troviamo l’SR-71 Blackbird…
…e il maestoso B-52:
L’ultimo edificio è dedicato alla guerra terrestre, ed è preceduto da un carro armato Centurion con pala apripista:
All’interno sono stati raccolti molti mezzi corazzati moderni e della seconda guerra mondiale, tra cui un T-55…
…e un cannone semovente M12:
Diorami in scala reale forniscono l'ambientazione operativa per alcuni dei pezzi esposti.
Attualmente il museo ospita anche delle officine attrezzate per il restauro dei velivoli, che vengono fatti volare durante alcuni periodi dell’anno. Il complesso fa parte del sistema museale dell'Imperial War Museum.

Per maggiori dettagli cliccate qui.
A presto!

Commenti

Gino Patricolo ha detto…
Affascinante e utile questa serie di post sui musei. Qui si vede lo stesso B17 che ho costruito da bambino ed il blackbird, che però realizzai in versione "sperimentale". Quanti ricordi!
luca tempesta ha detto…
lieto che ti piaccia, ne aggiungerò altri più in la.

Post popolari in questo blog

Space Marines Primaris Aggressors (finitura livello gioco)

Gli Aggressors sono pronti a sbaragliare il nemico con le potenti armi a loro disposizione:



Miniature Games Workshop in scala 28mm.
Finitura a livello gioco con primer spray blu e colori acrilici Citadel; la base è stata decorata con un colore grigio testurizzato della stessa marca.

A presto!

Un lunga storia (obice trainato 203mm)

L'esercito degli Stati Uniti acquistò diversi obici inglesi da 203mm durante la Prima Guerra Mondiale, per fare fronte alla carenza di artiglieria a lunga gittata. In parte modificato ed ammodernato, il pezzo partecipò anche alla Seconda Guerra Mondiale ed alla guerra di Corea:
Qui vediamo un obice da 203mm trainato da un veicolo derivato dal carro M24 durante la guerra di Corea:
L'affusto era dotato di code apribili con vomeri che si piantavano nel terreno, fornendo una base stabile. La massima gittata dell'arma era di circa 20 km.
Il trattore era in grado di sostenere la velocità degli altri mezzi durante gli spostamenti, consentendo un utilizzo tattico dell'arma.
Nelle due foto seguenti si notano i particolari della divisa dei carristi, che non è cambiata di molto dal secondo conflitto. L'uomo sulla sinistra indossa una fondina fuori ordinanza:
Una tazza di caffè caldo è l'ideale nel gelo della Corea:
Dopo gli anni '50, l'obice fu montato su un affus…

Chaos Space Marine Preachers (finitura livello gioco)

Scendono sui campi di battaglia pronti a imporre il volere degli dei del caos contro i precetti del falso imperatore:




Figurini in scala 28mm prodotti dalla Games Workshop e ampiamente modificati con pezzi d'avanzo.
Il fondo rosso è il primer spray Mephiston Red, mentre per i dettagli sono stati usati i colori acrilici a pennello, tutti della Citadel.
Le basette sono state lavorate con i colori testurizzati Citadel.

A presto!