Corazzata Spaziale Yamato

Titolo originale: Uchū Senkan Yamato

Anno: 1977

Produzione: Academy Productions

Autore originale: Leiji Matsumoto

Trama:
Corre l'anno 2199; la Terra, attaccata dagli abitanti del pianeta ostile Gamilon al comando del Supremo Desslock, viene trasformata in un deserto radioattivo e l'intera popolazione terrestre è costretta a rifugiarsi nel sottosuolo. L'unica speranza per l'umanità consiste nel raggiungere il pianeta Iskandar e recuperare il “Cosmo DNA”, una macchina in grado di eliminare la radioattività e bonificare il pianeta. Come mezzo di trasporto per questo viaggio viene scelta la nave da battaglia della seconda guerra mondiale Yamato, che giace incagliata sul fondo dell'oceano Pacifico, ormai prosciugato. La Yamato viene trasformata, quindi, in una nave spaziale dotata di un nuovo motore in grado di ridurre la durata del viaggio ad un solo anno terrestre, e di un super cannone "ad onde moventi"; inizia, così, per la nave che porta l'antico nome del Giappone, il pericoloso viaggio sotto la guida dell'esperto capitano Okita (Amadar nella serie TV italiana).

Il film d’animazione riassume, in sostanza, la prima serie televisiva delle avventure della nave Yamato. Forte il senso di disperazione per il pianeta Terra ormai quasi distrutto, che può essere salvato solo dal viaggio di pochi ardimentosi, il cui compito, nella filosofia dell’autore, è quello di redimere l’Umanità, che ha ormai perso il valore e lo spessore morale dei suoi antenati. Significativa la scelta della nave, che, oltre ad essere stata la più potente corazzata della seconda guerra mondiale, è stata anche la protagonista di una disperata missione suicida volta al salvataggio dell'impero giapponese.
È il primo lungometraggio del grande Leiji.

Nella foto: la corazzata spaziale Yamato.
A presto!

Commenti

Morikun ha detto…
kanpeki desune !!! ^^
luca tempesta ha detto…
many thanks, Morikun, you're always very kind!

Post più popolari