giovedì 30 gennaio 2014

Castello lancia dadi

Avendo a disposizione un castello in plastica della MiniArt in scala 1/72, ho deciso di sviluppare un progetto più ambizioso della semplice costruzione della solita fortificazione a pianta quadrata:
Ho modificato le mura con il taglierino per allargare l'angolo di contatto tra le parti, inoltre ho sopraelevato il tutto ad altezze differenti inserendo dei pezzi di legno al di sotto di ogni torre.
Il risultato è una struttura a spirale discendente:
I vuoti sono stati riempiti con schiuma di poliuretano e pezzi di polistirolo, in seguito ricoperti con bende gessate.
Un'ulteriore particolarità del diorama è che ogni torre è utilizzabile come lancia dadi, con i punti di raccolta perfettamente integrati nel paesaggio:
La base in legno è delle dimensioni di 56x36 cm e l'intero diorama è stato dipinto con vernice acrilica spray, tranne le porte e il sentiero, che sono stati realizzati a pennello.
Piccole quantità di erba da presepe sono state incollate con la colla vinilica Vinavil in alcuni punti per simulare una vegetazione più fitta.

A presto!

giovedì 23 gennaio 2014

Il cecchino del futuro

Anno 0087 UC.
Sette anni dopo la Guerra di Un Anno la Federazione Terrestre crea il corpo d'elite dei Titani per eliminare le sacche di resistenza dello sconfitto Principato di Zeon. La brutalità dei loro metodi porterà alla nascita del gruppo di resistenza AEUG, che dichiarerà guerra ai Titani con un proprio mobile suit, l'MSZ-006 Z Gundam:

Qui vediamo il mezzo in azione mentre tende un agguato al nemico da una postazione riparata dietro una roccia sulla superficie di un asteroide.


Come ogni buon cecchino, oltre all'arma principale il pilota del mobile suit ha predisposto un secondo fucile appoggiato alla roccia e a portata di mano.
Modellino Master Grade in plastica della Bandai in scala 1/100, di circa 23 cm di altezza.
Tutte le giunture sono snodabili e lo Z Gundam è trasformabile in astronave come nella serie animata; il montaggio non necessita di colla.
La colorazione di base è interamente realizzata con vernici spray prima dell'assemblaggio delle parti; il pezzo è stato poi sottoposto ad un pesante lavoro di lavatura e drybrush per ambientarlo nel diorama.
La base è costituita da un tagliere rotondo in legno su cui ho incollato con la colla vinilica Vinavil un blocco di poliuretano espanso, a sua volta ricoperto con lo stesso collante e con sabbia decorativa grigia e nera; il tutto è stato poi completato con malta grigia in polvere, che ho strofinato con le dita anche sullo Z Gundam.

A presto!

giovedì 16 gennaio 2014

The calling

Il nuovo lavoro di Fed Zeppelin riguarda i Vichinghi:
Questa dedica ai guerrieri del nord (http://fedzeppelin.deviantart.com/art/The-calling-409819025) include anche una mia miniatura:
Il fascino delle saghe nordiche traspare appieno dall'opera grafica, che sembra velata di nebbia.
Per maggiori dettagli sul figurino e un po' di storia vichinga, vi rimando ad un altro post.

A presto!

giovedì 9 gennaio 2014

La via del Bushido 3

In questo post vediamo un ufficiale samurai dell'epoca Sengoku (XV-XVII secolo):
Il personaggio indossa una corazza completa finemente lavorata e molto colorata, coperta da un jinbaori rosso recante il simbolo della malvarosa in oro. Il kabuto (elmo) è ornato dai wakidate a forma di corna, che servono ad alzare la figura e a renderla più imponente di fronte ai nemici.
Le due spade sono il simbolo del suo status di bushi (guerriero), mentre il saihai (bastone con pennacchio) indica il suo grado di ufficiale ed è necessario per le segnalazioni alle truppe.

Il figurino è in scala 1/16, in plastica, della Tamiya. Essendo una stampata molto vecchia, è necessario un buon lavoro di rifinitura e stuccatura, soprattutto per le mani, che vanno modificate per fargli assumere una posa più realistica.
L'albero morto alle sue spalle è un ornamento da presepe trattato con vari strati di drybrush in toni di marrone e lavature in nero; il suolo è in pasta modellabile Das, coperto di erba da presepe incollata con Vinavil (colla vinilica).
La base è un supporto in legno per vasi.

A presto!

giovedì 2 gennaio 2014

Dedicato alle mogli

La ricerca di documentazione sul campo è essenziale per i modellisti storici, quindi, ovunque ci sia un museo militare, la visita è d'obbligo.
Capita, però, che l'altra parte della coppia non sia altrettanto entusiasta della faccenda:
La foto a sinistra è stata scattata nel museo di Budapest, mentre quella a destra è della base di Duxford: l'espressione di mia moglie è decisamente eloquente!
Di solito lei mi abbandona al mio girovagare e si ferma nella caffetteria del museo o nell'immancabile parco che circonda l'edificio, ma succede anche che trovi comunque il modo di divertirsi, come è accaduto nel museo dei mezzi corazzati di Bovington:


Come sempre, è necessaria un pò di comprensione da parte di tutt'e due, in modo da non spazientirsi e godersi comunque la visita, e poi, come le dico spesso: grazie a me hai visitato posti in cui non saresti mai andata!
Ok, ok, ho capito!
Beh, vediamola così: in fondo, ci sono vizi peggiori!

A presto!