Passa ai contenuti principali

La via del Bushido 3

In questo post vediamo un ufficiale samurai dell'epoca Sengoku (XV-XVII secolo):
Il personaggio indossa una corazza completa finemente lavorata e molto colorata, coperta da un jinbaori rosso recante il simbolo della malvarosa in oro. Il kabuto (elmo) è ornato dai wakidate a forma di corna, che servono ad alzare la figura e a renderla più imponente di fronte ai nemici.
Le due spade sono il simbolo del suo status di bushi (guerriero), mentre il saihai (bastone con pennacchio) indica il suo grado di ufficiale ed è necessario per le segnalazioni alle truppe.

Il figurino è in scala 1/16, in plastica, della Tamiya. Essendo una stampata molto vecchia, è necessario un buon lavoro di rifinitura e stuccatura, soprattutto per le mani, che vanno modificate per fargli assumere una posa più realistica.
L'albero morto alle sue spalle è un ornamento da presepe trattato con vari strati di drybrush in toni di marrone e lavature in nero; il suolo è in pasta modellabile Das, coperto di erba da presepe incollata con Vinavil (colla vinilica).
La base è un supporto in legno per vasi.

A presto!

Commenti

Morikun ha detto…
Me ! Me ! Me !

I muste be the first to post the first comment !!! XD

A very very good samurai mini. I really love the face : very expressive but poker-faced too.

Like your other jobs about Samurai, I like the way you painted the armor ^^

Arigato gozaimasu Luca-San ^^
Captain LOL ha detto…
Bellissimo , un bel lavoro con molti dettagli , la base e perfetta e si integra alla scena , complimenti .
luca tempesta ha detto…
many thanks Morikun, i knew you would have been the first to comment.
i'm glad you like it!
bye
luca tempesta ha detto…
ciao Capitano, grazie dei complimenti, la tua opinione è importante!
ciao
j.d ha detto…
Hola
Buena escena,me gusta cuando se pinta con colores vivos a los samuráis
un saludo

aironman ha detto…
hola
gracias por su visita y su comentario
tienes un blog con un montón de cosas y muy variadas,me gusta
el samurái estoi con mi papa me gusta los colores elegidos,
un saludo
luca tempesta ha detto…
wow, double compliments by two great modellers!
thanks j.d and aironman!
bye
Simmy ha detto…
Caro Luca,
anche se non sono un esperto di 54mm, credo che assieme ai cavalieri del '500, non ci sia soggetto più impegnativo e difficile da dipingere dei samurai. Un bellissimo pezzo come anche l'originale basetta. Davvero complimenti!
Un saluto
Simone
luca tempesta ha detto…
grazie Simone, sei molto gentile!
Salut Luca !

Encore une belle figurine ! Très belle peinture, le travail du visage est propre et le socle est original.
luca tempesta ha detto…
many thanks Gilles, you're very kind!
bye
Fed Zeppelin ha detto…
Splendido! appena avrò tempo, in futuro ti chiederò di usarlo in una delle mie coposizioni, lo sai vero?
luca tempesta ha detto…
sono contento che ti piaccia, e, come sempre, sei libera di usarlo come meglio credi.
ciao

Post popolari in questo blog

Il Samurai d'acciaio (IJN Akagi)

Progettata come incrociatore e convertita in portaerei in corso d'opera, la Akagi (in giapponese: castello rosso, dal nome di un vulcano del Kanto) entrò in linea prima dello scoppio della seconda guerra mondiale:
Sottoposta a vari ammodernamenti, la nave prese parte all'attacco a Pearl Harbor del 07.12.1941.
Nella foto seguente si vede bene il fumaiolo, piegato in basso e all'esterno, perchè il fumo non invadesse il ponte di volo:
Un primo piano del ponte con l'elevatore di prua in evidenza:
Dati tecnici: dislocamento: 42000 t; lunghezza: 260,68 m; larghezza: 31,32 m; equipaggio: 2000.
Fu affondata dagli aerosiluranti americani durante la battaglia delle Midway.
Il modello è della Hasegawa, in scala 1.350. Molti i pezzi da assemblare, con un buon dettaglio generale; scafo dipinto a spruzzo, usando la carta gommata per le mascherature.
Il ponte di volo presenta alcune linee da dipingere a mano, data l'assenza delle decals.

Per una rassegna di film di guerra cliccat…

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

Disarmato in battaglia (EA-6B Prowler)

Il velivolo EA-6B Prowler (Predatore) è un quadriposto da guerra elettronica prodotto dalla ditta Grumman.
L'aereo deriva dall'A-6 Intruder, aereo da appoggio tattico: le maggiori differenze sono l'aggiunta di un bulbo contenente apparati elettronici sulla sommità della deriva e di due sedili aggiuntivi per gli operatori ai sistemi. All'esterno trovano posto fino a 5 gondole ECM; nel modello illustrato due di esse sono state sostituite da serbatoi sganciabili, che ne allungano il raggio d'azione.
In occasione di missioni di soppressione dei radar nemici, il Prowler può essere equipaggiato con missili antiradar AGM-88 Harpoon (peraltro non previsti nella versione in esame, ma solo nelle successive). Il perspex che compone il tettuccio è ricoperto di una sottilissma foglia di oro, volta a bloccare l'ingresso di radiazioni dannose provenienti dalle apparecchiature di disturbo elettronico.
L'aereo ha un peso massimo al decollo di 27.900 kg ed è capace di una ve…