Passa ai contenuti principali

Doppio premio!

Salve a tutti.
E' con grande orgoglio ed emozione che pubblico questo post in cui ringrazio Capitano Lol e Morikun per avermi assegnato, rispettivamente, il premio Dardos e il premio Liebster:
Inutile dire che, nonostante i ripetuti complimenti da parte loro e da parte di tutti voi che mi leggete normalmente, non pensavo avrei mai meritato un riconoscimento ufficiale da parte di grandi blogger e modellisti.
Ora, secondo le regole, è il mio turno di nominare altri blogger che, secondo me, meritano come e più di me di essere citati:
j.d 
Al 
Ognuno dei suddetti, se decide di accettare uno o entrambe i premi, dovrà pubblicare sul proprio blog un post simile a questo, nominando a sua volta 15 blog meritevoli del premio Dardos o 11 blog meritevoli del premio Liebster.
Ma per il premio Liebster è necessario fare anche altro, ovvero pubblicare 11 notizie vere su di voi, rispondere alle domande di chi vi ha nominato e fare 9 domande a chi nominerete a vostra volta.
cominciamo con 11 cose vere su di me:
  • adoro leggere
  • sono completamente ignorante in materia calcistica
  • non fumo
  • sono agnostico
  • adoro lo studio della storia militare
  • il primo libro che ho letto è stato "la storia d'Italia a fumetti"
  • amo i manga (fumetti giapponesi)
  • sono un maniaco dell'ordine
  • amo la vessillologia e l'araldica
  • non mi piace l'arte moderna
  • mi piace giocare a Guitar Hero
proseguiamo con le risposte alle domande di Morikun:
  • sono un blogger perchè voglio condividere la mia passione con altri e imparare da loro
  • ho la fortuna di poter fare modellismo liberamente, quindi non ho desideri segreti da realizzare
  • attualmente sono in cerca di lavoro, quindi, se mi pagassero, lavorerei per loro
  • mi piace molto Londra, che ho visitato più volte
  • con una dieta iposodica potremmo nuotare nel Mar Morto, il più salato della Terra!
  • da buon italiano, adoro gli spaghetti alla carbonara
  • mi piace la sfida di rendere le miniature più vive possibile e usarle per raccontare una storia
  • odio la stupidità e l'arroganza
  • leggo i post del Tempio perchè mi piacciono i lavori di Morikun e mi interessa il suo parere a proposito dei miei
infine, le domande cui i nominati dovranno rispondere:
  1. cosa ti ha spinto ad iniziare un blog?
  2. cosa cerchi nei blog degli altri?
  3. qual è l'ultimo libro che hai letto o stai leggendo?
  4. cosa ti piace fare nel tempo libero?
  5. cerchi di coinvolgere altri nei tuoi hobby?
  6. c'è un aforisma che ti rappresenta, almeno in parte?
  7. qual è il tuo personaggio storico preferito?
  8. qual è, a tuo parere, la più grande invenzione dell'uomo?
  9. completa la frase: la vita è...
Ancora grazie a tutti.
A presto!

Commenti

Morikun ha detto…
Very very good my Dear Luca XD !!
Captain LOL ha detto…
Bravo Luca ! Complimenti .
Fed Zeppelin ha detto…
Complimenti Luca!! e Grazie :)
Gino Patricolo ha detto…
Ciao Luca! Complimenti prima di tutto e grazie di cuore per la nomination (che non merito!), di cui mi accorgo solo ora (vicende personali in questo periodo mi tengono abbastanza lontano dal blog).
luca tempesta ha detto…
ciao Gino e grazie dei complimenti!
la tua nomination è meritatissima!
ciao
Blogger ha detto…
New Diet Taps into Pioneering Idea to Help Dieters Lose 23 Pounds within Only 21 Days!

Post popolari in questo blog

Castello lancia dadi

Avendo a disposizione un castello in plastica della MiniArt in scala 1/72, ho deciso di sviluppare un progetto più ambizioso della semplice costruzione della solita fortificazione a pianta quadrata:
Ho modificato le mura con il taglierino per allargare l'angolo di contatto tra le parti, inoltre ho sopraelevato il tutto ad altezze differenti inserendo dei pezzi di legno al di sotto di ogni torre.
Il risultato è una struttura a spirale discendente:
I vuoti sono stati riempiti con schiuma di poliuretano e pezzi di polistirolo, in seguito ricoperti con bende gessate.
Un'ulteriore particolarità del diorama è che ogni torre è utilizzabile come lancia dadi, con i punti di raccolta perfettamente integrati nel paesaggio:
La base in legno è delle dimensioni di 56x36 cm e l'intero diorama è stato dipinto con vernice acrilica spray, tranne le porte e il sentiero, che sono stati realizzati a pennello.
Piccole quantità di erba da presepe sono state incollate con la colla vinilica Vina…

Il ponte di Remagen

Titolo originale: The bridge at Remagen
Anno: 1969
Regia: John Guillermin
Interpreti: George Segal, Ben Gazzara, Robert Vaughn, E.G. Marshall
Trama: Durante la seconda guerra mondiale, l’avanzata degli americani verso il cuore della Germania arriva al Reno. L’esercito tedesco in ritirata ha distrutto tutti i ponti per rallentare gli Alleati, ma quello presso la città di Remagen è ancora in piedi e sarà lo scenario di una battaglia feroce tra i soldati americani che tenteranno di attraversarlo e i militari tedeschi che proveranno a distruggerlo con tutti i mezzi.
Il film si discosta in alcuni episodi secondari dalla cronaca storica della battaglia realmente avvenuta. Buona la ricostruzione di armi ed equipaggiamenti, con personaggi un po’ stereotipati, come era tipico del cinema degli anni ’60; nonostante questo, però, la storia evidenzia comunque come il passaggio del ponte sia stato dovuto più ad un errore da parte dei tedeschi che ad un’effettiva superiorità tattica degli Alleati. Pec…

Tu non puoi passare!

Nelle miniere di Moria si svolge uno scontro epocale.
Per favorire la fuga dei suoi compagni, Gandalf affronta un Balrog: un orrore delle profondità della terra, portato alla luce dalla cupidigia dei Nani, che hanno scavato troppo in profondità alla ricerca di mithril.
Un ponte di pietra sospeso su un abisso senza fondo è il palcoscenico del confronto:



Gandalf si erge coraggiosamente a fronteggiare il mostro, che avanza brandendo una spada di fuoco.
Al termine della lotta, il mago sprofonda nelle viscere della terra assieme al suo antagonista, ma chissà che questa per lui non sia la fine, ma un nuovo inizio...
Il figurino di Gandalf è in metallo (28mm); la veste è in grigio scuro con lavature in nero e lumeggiature a pennello asciutto in 2 tonalità di grigio più chiaro; i capelli sono dipinti in grigio e lumeggiati con più passate di bianco a pennello asciutto.
Il Balrog è in plastica ed al nero di fondo è stata applicata una lavatura di rosso per ottenere l'effetto "lava"…