Passa ai contenuti principali

Verso ovest!

Dopo i fulminanti successi del 1941-1942, l'avanzata delle truppe tedesche sul fronte orientale si blocca e comincia il contrattacco sovietico:
Qui vediamo un gruppo di fanti che, appoggiati da un carro armato KV-1, attraversano una strada accanto ad un edificio distrutto durante i combattimenti; sulla torretta del mezzo è stato scritto "Per la Patria!".
La pratica di usare i mezzi da combattimento come trasporti truppe era comune anche per l'esercito tedesco, ma solo i sovietici impiegavano squadre di "tank riders" che scendevano dai carri armati solo all'ultimo momento e sotto il fuoco nemico.
I fanti sono armati di mitra PPSH-41 e PPS-43 con caricatori lineari e a tamburo. Entrambe le armi erano di semplice fattura ed utilizzo che, unite ad un'elevata affidabilità, ne facevano ambite prede belliche da parte tedesca. La mitragliatrice di squadra è una Degtyarev DP.
L'uniforme impiegata è la cosiddetta Gymniastiorka, che qui vediamo sia nella versione normale che imbottita, ottima contro i rigori dell'inverno. Alcuni fanti indossano il cappotto grigioverde, altri il telo da tenda, utilizzabile come poncho.
 
Notare la buffetteria in tela e i due modelli di zaino, dei quali uno è un semplice sacco cui sono stati applicati gli spallacci.
Di seguito vediamo due immagini dall'interno del rudere:
Diorama in plastica in scala 1/35.
Il carro armato è della Trumpeter con figurini Tamiya e edificio della MiniArt.
Il marciapiede è stato realizzato con un pezzo di masonite e il fondo stradale è in carta vetrata dipinta con vernice spray.
I figurini e i particolari dei vari pezzi sono dipinti a pennello, con lavature marroni per l'incarnato, color fumo per il carro armato e nere per tutto il resto; due strati di drybrush (ocra prima e grigio poi) completano l'illusione di usura dei vari elementi.
Per le macerie ho utilizzato della brecciolina e dei mattoncini di argilla fissati con la colla vinilica sulle varie superfici, mentre è stato sufficiente passare con le dita un po' di sabbia molto sottile sulla facciata dell'edificio di fondo per simularne la sporcizia.

A presto!

Commenti

Captain LOL ha detto…
Bellissimo diorama é molto realista , Bravo Luca .
Complimenti .
maximex ha detto…
Looks good.
Good colors.
Thus, the true genuine...
Fed Zeppelin ha detto…
Mi piacciono tantissimo gli omini! Soprattutto quello accucciato a sinistra nella prima foto
luca tempesta ha detto…
molte grazie Capitano!
luca tempesta ha detto…
many thanks maximex, you're very kind!
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!
mi fa piacere che apprezzi i particolari.
ciao
j.d ha detto…
Hola Amigo
MAGNIFICO diorama,as conseguido un gran movimiento con las figuras alrededor del tanque
un saludo
FourEyedMonster ha detto…
Wow ... this is a truly impressive diorama. I absolutely love the photo that shows the view from the window ... very creative shot. I am being inspired by you to do a mini base myself ... nothing too fancy but maybe something to complement a miniature I plan to paint soon.
Phil ha detto…
Excellent work, love this dio and the impresion of movement...
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
i tried to picture the moment in which soldiers jumped from the tank, and i'm glad that you appreciate it.
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks FEM!
all the photos are made by my wife, and she thanks you too!
i am proud to have inspired you to build a base, keep me updated!
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks Phil!
i tried to reproduce the chaos of the battle, so if you like it, this means i made it!
bye
Michael Awdry ha detto…
Great job Luca, I just love the movement that you have created with this piece.
luca tempesta ha detto…
many thanks Michael, you are very kind!
bye
Anonimo ha detto…
Ciao giovane! Be', che dire, passo nel tuo sito e mi trovo carro e truppe sovietici!! Eh eh, battute a parte, il diorama è piaciuto molto sia a me che a Stefania. Guarda, mi ha colpito l'immagine dettagliata del soldato in primo piano: io l'ho trovata suggestiva.
Ah, un dettaglio "tecnico": la scritta sul carro significa "per la Patria!".
Un saluto!
Rubrello M. Y.
luca tempesta ha detto…
grazie a tutti e due!
il merito delle foto è di Ida.
ciao

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Panzer VI b - Tigre reale

Prodotto tra il 1944 ed il 1945, il Tigre II (o Tigre B - Sd. Kfz.182) fu la risposta alle richieste del comando tedesco per un carro armato superpesante.
Le foto, scattate nel museo dei corazzati di Bovington (UK), mostrano le due versioni del mezzo in esame.
Le prime due riguardano un esemplare con torretta Porsche e mimetizzazione a 3 toni (giallo-ocra, verde, rosso-marrone).
Dopo solo 50 mezzi prodotti, si decise di cambiare il disegno della torretta in favore di quella progettata dalla Henschel, poichè si temeva che la curvatura inferiore del mantelletto potesse deviare i colpi in arrivo verso la corazza superiore (più sottile) del mezzo. Nella foto seguente si vede un modello dotato della nuova torretta e coperto di zimmerit.
Lo zimmerit era una pasta antimagnetica composta da solfato di bario (40%), polivinilacetato (PVA) per il 25%, pigmento ocra (15%), segatura (10%) e solfito di zinco per il restante 10%, che aveva lo scopo di impedire alle mine magnetiche di aderire al mezz…

Boeing 737-800

La serie 737 rappresenta il più diffuso tipo di aereo passeggeri per tratte medio-brevi in servizio su scala mondiale. La prima serie (737-100) è entrata in produzione nel 1967.
Nelle foto vediamo un modello 737-800 di proprietà della Ryanair, che dispone di circa 300 aerei di questo tipo. Il 737-800 appartiene alla cosiddetta "Next Generation", varata nel 1996, che prevede velivoli più grandi, meno rumorosi e con maggiore ottimizzazione del carburante.
Il velivolo, del costo di 80.8 milioni di dollari americani, è in grado di accogliere fino a 189 passeggeri.
Modello in plastica in scala 1/144 della Revell, interamente dipinto con vernice spray, a parte la linea gialla che si può realizzare a pennello o con un pennarello a vernice.
Buoni gli incastri ed ottime le decals, che offrono la possibilità di realizzare sia la vecchia livrea Ryanair, che quella illustrata, di nuovo tipo.
Il braccio che sostiene l'aereo è un attaccapanni da muro in plastica, forato e fissato al …