Passa ai contenuti principali

USS Reliant NCC-1864

La Reliant è una nave stellare di classe Miranda, ed è un vascello da rilevamento con un equipaggio di 200 elementi.

La nave è di dimensioni leggermente inferiori a quelle della classe Constitution (di cui fa parte l'Enterprise), ed è equipaggiata con banchi phaser e lanciasiluri fotonici installati nell'arco posto al di sopra dello scafo.
Nel 2285 la Reliant affronta la sua ultima missione: al comando del capitano Clark Terrell, coadiuvato dal primo ufficiale Pavel Chekov, entra nell'orbita di Ceti Alfa V, un pianeta desertico destinato alla sperimentazione del dispositivo Genesis.
Purtroppo, il pianeta non è disabitato: Khan Noonien Singh ed il suo gruppo di accoliti modificati geneticamente catturano Chekov e Terrell e, in seguito, prendono il controllo della nave, che verrà poi gravemente danneggiata dall'Enterprise in un'epica battaglia all'interno della Mutara Nebula.
L'attivazione del dispositivo Genesis, ad opera dello stesso Khan, distruggerà completamente la nave.
La vista posteriore mostra i motori a impulso e i due hangar navette.

Modellino in plastica in scala 1:537 della AMT, con un buon dettaglio e buoni incastri, che comunque richiedono un pò di pulizia e stuccatura.
L'intera colorazione di base è stata data con uno spray acrilico, su cui ho poi colorato i particolari a pennello.
Una volta asciugatesi le decals (di buona qualità), ho coperto il pezzo con uno strato di vernice spray opaca trasparente.
Non ho applicato lavature, in modo da mantenere un aspetto più simile all'astronave che appare nel film.

A presto!

Commenti

FourEyedMonster ha detto…
This is so cool and awesome. Very nice work on the model too. When I first saw this ship I liked the design as it looked different from the famous Enterprise A NCC-1701.
luca tempesta ha detto…
many thanks FEM, i'm very happy that you like it!
bye
Wonderful !
You can paint also miniatures from X-Wing the game ^^
j.d ha detto…
Hola Amigo
GUAUUUUU como me gusta
Muy pulcra si señor,como se merece esta nave
Yo tengo unas cuantas montadas de star trek ,y son un disfrute
UN SALUDO
luca tempesta ha detto…
many thanks Gilles!
probably i'll buy some X-Wing minis someday and i'll try to duplicate some of yours ;).
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
you're right, star trek ships are wonderful.
bye
Anonimo ha detto…
Parliamo della serie Star Trek e del film " L'Ira di Khan ", non risentivo questo titolo da tanto tempo, il lavoro è al solito eccezionale.
a presto
alessandro
Mori kun ha detto…
Very beautiful job my Dear Luca ^^

... But... Where is M. Spock ? XD

Serviteur,
luca tempesta ha detto…
azzeccato in pieno Ale!
grazie dei complimenti!
ciao
luca tempesta ha detto…
many thanks Morikun!
mr. Spock is here:

http://modelstorming.blogspot.it/2010/10/vulcano-non-ha-una-luna.html

live long and prosper!
bye
Fed Zeppelin ha detto…
ebbè! bella sì :)
Lunga vita e prosperità, Luca!
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!
lunga vita e prosperità anche a te.
ciao
Simmy ha detto…
Ciao Luca,
ancora una volta hai colto nel segno! Ottimo lavoro sembra proprio quella del film.
Alla prossima
luca tempesta ha detto…
grazie Simmy!
ciao
luca tempesta ha detto…
many thanks Jimmy, you're very kind!
bye
Blogger ha detto…
Do you like talking?

Or to speak English?

Would you be interested to speak and get paid for talking?

Post popolari in questo blog

Il Samurai d'acciaio (IJN Akagi)

Progettata come incrociatore e convertita in portaerei in corso d'opera, la Akagi (in giapponese: castello rosso, dal nome di un vulcano del Kanto) entrò in linea prima dello scoppio della seconda guerra mondiale:
Sottoposta a vari ammodernamenti, la nave prese parte all'attacco a Pearl Harbor del 07.12.1941.
Nella foto seguente si vede bene il fumaiolo, piegato in basso e all'esterno, perchè il fumo non invadesse il ponte di volo:
Un primo piano del ponte con l'elevatore di prua in evidenza:
Dati tecnici: dislocamento: 42000 t; lunghezza: 260,68 m; larghezza: 31,32 m; equipaggio: 2000.
Fu affondata dagli aerosiluranti americani durante la battaglia delle Midway.
Il modello è della Hasegawa, in scala 1.350. Molti i pezzi da assemblare, con un buon dettaglio generale; scafo dipinto a spruzzo, usando la carta gommata per le mascherature.
Il ponte di volo presenta alcune linee da dipingere a mano, data l'assenza delle decals.

Per una rassegna di film di guerra cliccat…

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

Disarmato in battaglia (EA-6B Prowler)

Il velivolo EA-6B Prowler (Predatore) è un quadriposto da guerra elettronica prodotto dalla ditta Grumman.
L'aereo deriva dall'A-6 Intruder, aereo da appoggio tattico: le maggiori differenze sono l'aggiunta di un bulbo contenente apparati elettronici sulla sommità della deriva e di due sedili aggiuntivi per gli operatori ai sistemi. All'esterno trovano posto fino a 5 gondole ECM; nel modello illustrato due di esse sono state sostituite da serbatoi sganciabili, che ne allungano il raggio d'azione.
In occasione di missioni di soppressione dei radar nemici, il Prowler può essere equipaggiato con missili antiradar AGM-88 Harpoon (peraltro non previsti nella versione in esame, ma solo nelle successive). Il perspex che compone il tettuccio è ricoperto di una sottilissma foglia di oro, volta a bloccare l'ingresso di radiazioni dannose provenienti dalle apparecchiature di disturbo elettronico.
L'aereo ha un peso massimo al decollo di 27.900 kg ed è capace di una ve…