Passa ai contenuti principali

Il convoglio

Nonostante l'alto livello di meccanizzazione l'esercito tedesco continuò ad utilizzare i cavalli per tutta la seconda guerra mondiale:

In queste immagini vediamo un convoglio di carri che marcia su una strada di montagna italiana nel 1944.
Apre la colonna un veicolo che trasporta equipaggiamenti vari:
Segue un'ambulanza:
Chiude la fila una cucina da campo:

I soldati sembrano abbastanza rilassati, e uno di loro approfitta del lento avanzare dei cavalli per dare un'occhiata al panorama:
Diorama in scala 1/35 con veicoli e figurini in plastica.
I primi due carri fanno parte di un unico kit della Italeri, la cucina da campo è della Tamiya.
Essendo le stampate molto vecchie, è necessario un buon lavoro di pulizia e stuccatura dei pezzi, che, inoltre, presentano la difficoltà di dover ricavare le redini (e, per il modello Tamiya, anche i finimenti) da un foglio di plastica incluso nelle confezioni.
Al solito, sono ricorso alla vernice spray per il colore di fondo dei carri, riservando i pennelli per la colorazione dei dettagli e concludendo il lavoro con lavature e drybrush, indispensabili per esaltare gli spessori e fornire l'aspetto impolverato e usurato ai mezzi.
Il terreno è stato riprodotto incollando su una base di legno due fogli di polistirolo, su cui ho inciso i dislivelli con un saldatore elettrico.
La colla vinilica (Vinavil) è stata utile per incollare pietrisco ed erba da presepe.
I bordi sono stati ricoperti con nastro adesivo bituminoso, solitamente utilizzato per la riparazione di tetti e grondaie.

A presto!

Commenti

d3dgarage ha detto…
Molto bello ed elaborato,come tutti gli altri tuoi lavori.anche la ricerca storica e filmografia è notevole.complimenti
luca tempesta ha detto…
molte grazie d3d, sono contento che apprezzi!
ciao
Captain LOL ha detto…
BellissimoLuca l'effet di movimento é li ! Mi piace questa scena . Complimenti .
luca tempesta ha detto…
grazie Capitano!
j.d ha detto…
Hola Amigo
Guauuuu que buen diorama si señor
un saludo
Phil ha detto…
That's really, really nice! Great job!
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks Phil, you're very kind!
Fed Zeppelin ha detto…
è bellissimo! Mi piace molto la resa del carro e comincio a pensare che i modelli 'su strada' siano i miei preferiti
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!
è vero, questo tipo di diorama ha un fascino tutto particolare.
RMacedo NoVember ha detto…
Bellissimo diorama! Saluti dal Portogallo :)
luca tempesta ha detto…
grazie RMacedo e benvenuto sul mio blog!
ciao
FourEyedMonster ha detto…
Nice job luca! :) Do you eventually encase them in clear plastic cases for display?
luca tempesta ha detto…
many thanks FEM!
i made some cases for some of my dioramas.
if you are interested, you can find some here: http://modelstorming.blogspot.it/2012/03/teche-per-diorami.html
bye

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Panzer VI b - Tigre reale

Prodotto tra il 1944 ed il 1945, il Tigre II (o Tigre B - Sd. Kfz.182) fu la risposta alle richieste del comando tedesco per un carro armato superpesante.
Le foto, scattate nel museo dei corazzati di Bovington (UK), mostrano le due versioni del mezzo in esame.
Le prime due riguardano un esemplare con torretta Porsche e mimetizzazione a 3 toni (giallo-ocra, verde, rosso-marrone).
Dopo solo 50 mezzi prodotti, si decise di cambiare il disegno della torretta in favore di quella progettata dalla Henschel, poichè si temeva che la curvatura inferiore del mantelletto potesse deviare i colpi in arrivo verso la corazza superiore (più sottile) del mezzo. Nella foto seguente si vede un modello dotato della nuova torretta e coperto di zimmerit.
Lo zimmerit era una pasta antimagnetica composta da solfato di bario (40%), polivinilacetato (PVA) per il 25%, pigmento ocra (15%), segatura (10%) e solfito di zinco per il restante 10%, che aveva lo scopo di impedire alle mine magnetiche di aderire al mezz…

Boeing 737-800

La serie 737 rappresenta il più diffuso tipo di aereo passeggeri per tratte medio-brevi in servizio su scala mondiale. La prima serie (737-100) è entrata in produzione nel 1967.
Nelle foto vediamo un modello 737-800 di proprietà della Ryanair, che dispone di circa 300 aerei di questo tipo. Il 737-800 appartiene alla cosiddetta "Next Generation", varata nel 1996, che prevede velivoli più grandi, meno rumorosi e con maggiore ottimizzazione del carburante.
Il velivolo, del costo di 80.8 milioni di dollari americani, è in grado di accogliere fino a 189 passeggeri.
Modello in plastica in scala 1/144 della Revell, interamente dipinto con vernice spray, a parte la linea gialla che si può realizzare a pennello o con un pennarello a vernice.
Buoni gli incastri ed ottime le decals, che offrono la possibilità di realizzare sia la vecchia livrea Ryanair, che quella illustrata, di nuovo tipo.
Il braccio che sostiene l'aereo è un attaccapanni da muro in plastica, forato e fissato al …