Passa ai contenuti principali

F5 Tiger II

Nato come addestratore biposto nella prima metà degli anni '60, il modello F5A Freedom Fighter vide il primo incarico operativo durante la guerra del Vietnam, quando una dozzina di esemplari furono schierati a Bien Hoa (operazione Skoshi Tiger).

Progettato per l'attacco al suolo, il velivolo aveva, però, scarsa autonomia e limitata capacità di combattimento aria-aria.
Analizzando i risultati dell'operazione Skoshi Tiger, la Northrop, produttrice dell'F5A, ne modificò il progetto annullandone i difetti: nacque così l'F5 Tiger II.

Il piccolo caccia è stato prodotto in circa 1500 esemplari ed è tuttora impiegato da vari Paesi, tra cui la Svizzera, come vediamo dall'esemplare nelle foto.
Negli Stati Uniti l'F5 viene utilizzato nel ruolo di caccia nemico durante l'addestramento dei piloti militari.
Il modellino è in plastica, in scala 1/72.
L'ho recuperato in un mercatino, parzialmente assemblato e con varie parti mancanti; gli ho adattato un nuovo cupolino e ho ricostruito le rampe dei Sidewinder e il muso.
La colorazione è stata realizzata con vernici spray, dipingendo poi la mimetica e i particolari a pennello.
Le decals sono state recuperate da un'altra scatola di montaggio.
Non ho applicato lavature.

A presto!

Commenti

Al ha detto…
That's a very tidy model
maximex ha detto…
Hi.
Fine, the old machine
and :) little rare IDs.
The machine, which is still in use many countries
luca tempesta ha detto…
Thanks Maximex!
j.d ha detto…
Hola Amigo
Buena pieza nos traes hoy
Y interesante la historia del aparato
un saludo
luca tempesta ha detto…
Many thanks J.d!
FourEyedMonster ha detto…
When I was very young (about 10 I think) I got myself a F4 Phantom. But back then, I had no one to help me understand the hobby and I wrongly tried to use UHU glue to assemble the model with horrible results. It was to be 30 years later before I overcame my bad experience and started to work with miniatures again.
luca tempesta ha detto…
Hi Fem, i know what you mean, it happened the same for me.
The most important thing is that we are modellers at last!

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!