Passa ai contenuti principali

I due alleati

L'Afrika korps fu costituito ad hoc per affiancare le truppe italiane impegnate in terra d'Africa e in evidente difficoltà nel confronto con gli inglesi.
Generalmente dotati di migliori mezzi, i soldati tedeschi fecero volgere la situazione in favore dell'Asse.
Pochi erano i veicoli italiani all'altezza delle necessità operative.
Uno di questi era la camionetta AS 42 Sahariana.
Entrata in servizio nel dicembre 1942, la camionetta blindata prodotta dalla FIAT - SPA (o SPA - Viberti) diede ottima prova di sè nei deserti africani, restando poi in servizio con la Polizia di Stato italiana fino al 1951.
Il veicolo fu concepito in funzione esplorativa e di contrasto ai reparti inglesi di ricognizione e incursione a lungo raggio.

Il mezzo nelle foto è equipaggiato con un pezzo da 20mm a tiro rapido e una mitragliatrice, entrambi prodotti dalla Breda.Sulle fiancate e sul muso si distinguono le innumerevoli taniche per il carburante e l'acqua, oltre a due piastre forate anti insabbiamento.

Attorno alla camionetta vediamo alcuni soldati italiani e tedeschi.
Mentre i  due ufficiali discutono a proposito della strada da seguire, la squadra di mitraglieri procede lungo il sentiero.
Gli italiani indossano l'uniforme coloniale in colore sabbia - ocra, mentre è evidente la varietà di colori nelle uniformi tedesche, che, prodotte inizialmente in tessuto verde oliva, furono distribuite in seguito anche in una colorazione più tendente al kaki, ma furono soprattutto l'usura e l'esposizione al sole a creare una vasta gamma di sfumature.

Diorama in scala 1/35 con tutti i pezzi in plastica; il veicolo e l'equipaggio sono della Italeri, i soldati dell'Afrika Korps sono della Tristar.
Il procedimento di colorazione è sempre lo stesso: vernice spray per il colore di base, con tutti i particolari dipinti a pennello; le successive lavature e il drybrush finale completano l'opera.
La base è costituita da un tagliere in legno su cui ho steso una piccola quantità di pasta modellabile Das per movimentare il terreno e imprimervi le tracce degli pneumatici.
La sabbia e la ghiaia, con un pizzico di erba sintetica da presepe, sono state incollate con colla vinilica Vinavil.

A presto!

Commenti

luca tempesta ha detto…
Many thanks Andras!
maximex ha detto…
Wonderful, like as natural, or film ...
Autoblinda is armed with "until high the roof"
luca tempesta ha detto…
Many thanks Maximex, i'm glad you like it!
Al ha detto…
Just awesome Luca! Super detail mate
luca tempesta ha detto…
Many thanks Al, you're very kind!
Jose Daniel M.L. ha detto…
Hola Amigo
Que bueno me encanta,y muy bien contado su historia
Las escenas del Africa son las que mas me gustan,a un que mucha gente diga que son las mas sosas,a mi me encantan las maquinas de esa zona
un saludo
luca tempesta ha detto…
Many thanks j.d!
i agree the african front is really fascinating!
bye
RMacedo NoVember ha detto…
Meraviglioso lavoro, mi piace moltissimo!
luca tempesta ha detto…
Grazie infinite RMacedo!
Gino Patricolo ha detto…
Caro Luca, anche questo è un diorama molto ispirato! Mi fa sempre piacere leggere e ammirare i tuoi post e i tuoi modelli: una piccola e affascinante finestra sulla storia.
luca tempesta ha detto…
grazie Gino, sono davvero onorato da questo tuo giudizio e sono molto contento che apprezzi i miei lavori!
ciao
Brauwan ha detto…
Hi Lucas,
I often saw you on Morikun's temple but I didn't knew you had a blog too !
These are very nice, that changes from fantasy miniatures ;)
Another beautiful dioramas.
Good work !
luca tempesta ha detto…
Many thanks Brauwan and welcome to my blog!
luca tempesta ha detto…
Many thanks Gilles!
Terence ha detto…
Come al solito realizzazione incredibile!
luca tempesta ha detto…
Grazie infinite Terence!
Phil ha detto…
A great looking vignette, splendid job!
luca tempesta ha detto…
Many thanks Phil!
Fed Zeppelin ha detto…
come sempre, la cosa che mi piace di più in questi diorama, è l'atteggiamento 'naturale' delle miniature, sembra di assistere a una vera e prorpia scena di vita quotidiana in guerra.
luca tempesta ha detto…
Grazie Fed!
FourEyedMonster ha detto…
Yet another great diorama luca. Well done. Not only are the colours well suited to the subject matter but I also love the way you arrange the various figures.
luca tempesta ha detto…
Many thanks Fem, i'm always happy that you appreciate my efforts!
Mori kun ha detto…
I'm always flabbergasted by your sandy schemes !!

I tried several times in the Temple but it has never been as perfect as yours TT

Serviteur,
Luca Tempesta ha detto…
Wow, Morikun, that's a great compliment!
i'm sure you are not so bad as you think!

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!