Passa ai contenuti principali

Crocifisso in legno e resina

Le abilità modellistiche possono rendersi utili anche nelle piccole riparazioni.
Mi è capitato di dover restaurare un crocifisso che aveva subito dei danni a causa di una caduta:
La figura del Cristo è in resina, quindi ho proceduto a forare il braccio e la mano con il mini trapano per inserirvi un perno ricavato da uno stuzzicadenti:

Ho unito le parti utilizzando su un lato il cianoacrilato (attak) e sull'altro la colla Repair-extreme della Pattex, che insieme creano un legame molto forte.
Una volta stuccate e dipinte a pennello le giunture, la riparazione è diventata quasi invisibile.

A presto!

Commenti

Michael Awdry ha detto…
Great repairs Luca, it looks as good as new.
Luca Tempesta ha detto…
many thanks Michael!
Mori kun ha detto…
Good job !! ^^

Now I'm sure that God will bless you 2 times more instead one !! ^^

Serviteur,
Luca Tempesta ha detto…
many thanks Morikun, i hope so!
Simmy ha detto…
Caro Luca,
hai ragione, certi "restauri" possono esser fatti solo da chi ha lo spirito del modellista (e la tua esperienza).
Ottimo lavoro!
A presto
Simone
Luca Tempesta ha detto…
grazie Simmy, gentilissimo come sempre!
FourEyedMonster ha detto…
Ahhh repairs ... that's the time when we modelers suddenly become the go-to person for help! :) Well done Luca ... good as new!
Luca Tempesta ha detto…
You're right FEM! Many thanks

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!