Passa ai contenuti principali

Dove osano le aquile (Junker 52)

Tratto dell'omonimo romanzo di Alistair MacLean, il film, del 1968, parla dell'azione dei commandos alleati per la liberazione di un generale americano catturato dai soldati tedeschi.
Film di avventura a sfondo storico che è diventato un classico del genere.
Particolarmente iconico è l'aereo con cui i soldati alleati si paracadutano sull'obiettivo: uno JU-52.


L'esemplare è in forza all'aeronautica svizzera, che lo ha ridipinto per l'occasione, mantenendolo poi con questa livrea come attrazione turistica.

Modellino in plastica in scala 1/144, dipinto a pennello su base bianca spray.
A presto!

Commenti

Brauwan ha detto…
I love to do some plane models too.
Will you then use it to play ? Like in Wings of glory for exemple ?
Michael Awdry ha detto…
A beautiful piece of work Luca.
FourEyedMonster ha detto…
Nice! Did you freehand the camo or did you mask the airplane first?
Luca Tempesta ha detto…
hi FEM, i did it freehandedly, no masking
Luca Tempesta ha detto…
many thanks Brauwan and Michael!
i won't use it in any game, i did it just for fun

Post popolari in questo blog

Teche per diorami

Ok, abbiamo finito il nostro diorama, quindi, dopo avergli trovato un posto dove poggiarlo per ammirarlo in tutta comodità, sorge un problema: come proteggerlo dalla polvere?
La soluzione più dispendiosa è senza dubbio farsi realizzare una teca in vetro o plexiglass su misura, ma io preferisco operare in proprio.
Vi propongo alcune idee.
Partiamo da questo diorama warhammer fantasy, la cui copertura è realizzata con fogli di vetro sintetico da 4 mm di spessore:
Il materiale non costa poco ed è difficile da tagliare, ma è abbastanza rigido da sopportare il suo stesso peso anche per grandi dimensioni, come in questo caso.
Di seguito una variante realizzata con lo stesso tipo di plexiglass e adatta per modellini lunghi e stretti, come questo cannone ferroviario:
Il disegno triangolare consente di risparmiare sul materiale, dato che si può fare a meno del pannello per il tetto; il nastro di fissaggio è del tipo trasparente extra-forte, mentre alcuni gommini trasparenti adesivi posti ai l…

Khalgrim Gunnarson

Il prode guerriero nanico si ferma un attimo a ricordare le passate battaglie..
Davanti a lui, un fuoco di bivacco, ormai spento, sta ad indicare che, tra breve, riprenderà il cammino

Figurino in scala 75mm in resina e metallo, prodotto dalla Scale75, interamente dipinto con primer spray nero e colori acrilici Citadel.

A presto!

Carrista Bundeswehr

Fin dalla seconda guerra mondiale l'esercito tedesco è stato all'avanguardia nel campo delle uniformi mimetiche, come si può notare dal figurino nelle foto, che indossa una Panzerkombi (tuta da carrista) con mimetismo di tipo Flecktarn:
Adottata dopo l'ultima guerra, è una elaborazione della Platanenmuster indossata dai soldati delle SS.
Di seguito vediamo lo stesso soggetto sporgersi dal portello del capocarro di un Leopard 2A6:
Notare le mostrine, che mantengono il Waffenfarbe rosa delle truppe corazzate già in uso durante la seconda guerra mondiale.

I figurini sono in scala 1/16, prodotti in plastica dalla Tamiya.
Per la realizzazione della sezione del carro armato, vi rimando ad un post precedente; qui mi limito a dire che la colorazione di fondo è data con vernici spray, con i particolari dipinti a pennello e lavatura finale in nero.
Per quanto riguarda i figurini, la colorazione, mostrine comprese, è realizzata interamente a pennello, con chiazze di 5 colori differen…