Passa ai contenuti principali

Paracadutista tedesco IIGM - Fallschirmjager WWII

I paracadutisti della Luftwaffe operarono su tutti i fronti della seconda guerra mondiale.
Altamente addestrati ed efficienti, erano noti ai soldati Alleati come "Diavoli verdi", dal colore delle tutte da lancio che indossavano.
Nelle foto vediamo un paracadutista con l'uniforme coloniale, che venne indossata sia in Africa che nell'intero teatro del Mediterraneo.
L'arma impugnata è una pistola Walther P38.
L'elmetto da lancio è stato mimetizzato sul campo con vernice giallo-ocra.
Figurino in scala 1/35 in resina, prodotto dalla Alpine e interamente dipinto con colori acrilici Citadel. La basetta è stata decorata con un colore testurizzato della stessa ditta, che, seccandosi, ha simulato perfettamente le spaccature del terreno arido.

A presto!

Commenti

FourEyedMonster ha detto…
Fantastic work Luca! :) Love the yellows you've done here.
Brauwan ha detto…
Woha, that's really impressive, how did you manage to obtain such a yellow?!

Happy New Year ;)
Mori kun ha detto…
You're always very good at painting yellow and the sandy scheme my Dear Luca ^^

This work is absolutely awesome... You're upgrading your level indeed ^^

And Happy new year for you and your family of course !! ^^

Serviteur,
Luca Tempesta ha detto…
manyt thanks guys, you are all very kind!

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Basi e basette

Uno dei problemi tipici che il modellista deve affrontare è quello di trovare qualcosa su cui poggiare il pezzo appena realizzato. Tralasciando le basette da gioco, di dimensione codificata dalle regole dei vari wargames, occorre ingegnarsi per trovare una base adeguata, senza spendere più del costo del modello stesso! Si possono utilizzare scampoli di legno a basso prezzo (sempre presenti nei grandi negozi di bricolage), o ricorrere a soluzioni alternative: Nella foto vediamo dei sottobicchieri, un tagliere e dei sottopentola in legno (IKEA), che si prestano benissimo ad essere decorati nei modi più disparati. Per i diorami più complessi sono ideali le pedane girevoli in legno da centrotavola.
Attenzione, perché è possibile che il legno si fletta durante l’asciugatura della colla usata per creare l’ambientazione: non disperate e attendete che si ridistenda da solo, anche se a volte occorrono più giorni.
Di seguito vediamo un’alternativa: Si tratta di campioni di mattonelle e di rive…