Passa ai contenuti principali

Il nome della rosa


Titolo originale: Der name Der Rose

Anno: 1986

Regia: Jean Jacques Annaud

Interpreti: Sean Connery, Christian Slater, F. Murray Abraham, Ron Perlman

Trama:
Nel 1327, in un’abbazia benedettina nel nord Italia in cui sta per svolgersi un importante concilio, alcune morti misteriose turbano i frati. Guglielmo da Baskerville, frate francescano convocato per il concilio, conduce le indagini in virtù delle sue spiccate capacità deduttive. In compagnia di Adso, suo novizio, arriverà ad una sconvolgente verità, nonostante i tanti tentativi di depistaggio.

Molto liberamente tratto dal romanzo omonimo di Umberto Eco, il film crea un’atmosfera cupa degna dei migliori romanzi gialli e noir. Grandissima interpretazione di Sean Connery, che caratterizza in maniera indimenticabile la figura di Guglielmo.

Nella foto: il protagonista.
A presto!

Commenti

Fed Zeppelin ha detto…
e dal vivo fa ina figura ancora migliore :)
Anonimo ha detto…
Bellissimo! "Il nome della rosa" è anche il mio film preferito.
Gran bella ambientazione... mi ha ricordato proprio la scena del film in cui Guglielmo ed Adso, attenti a leggere il libro nello scriptorium, vengono distratti dal martello che, se non ricordo male, lancia Berengario appunto per distrarli, inguattarsi il libro e filare via!
Bello davvero, devo rivederlo dal vivo!
Ciao, un saluto.
Rbrello M. Y.

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!