Passa ai contenuti principali

Basi e basette

Uno dei problemi tipici che il modellista deve affrontare è quello di trovare qualcosa su cui poggiare il pezzo appena realizzato.
Tralasciando le basette da gioco, di dimensione codificata dalle regole dei vari wargames, occorre ingegnarsi per trovare una base adeguata, senza spendere più del costo del modello stesso!
Si possono utilizzare scampoli di legno a basso prezzo (sempre presenti nei grandi negozi di bricolage), o ricorrere a soluzioni alternative:
Nella foto vediamo dei sottobicchieri, un tagliere e dei sottopentola in legno (IKEA), che si prestano benissimo ad essere decorati nei modi più disparati. Per i diorami più complessi sono ideali le pedane girevoli in legno da centrotavola.
Attenzione, perché è possibile che il legno si fletta durante l’asciugatura della colla usata per creare l’ambientazione: non disperate e attendete che si ridistenda da solo, anche se a volte occorrono più giorni.
Di seguito vediamo un’alternativa:
Si tratta di campioni di mattonelle e di rivestimenti per edilizia, acquistabili in piccoli lotti (una decina di pezzi) presso i rivenditori specializzati o nei negozi delle grandi catene per il fai-da-te, mentre quelle scure sono lastre di ardesia, trovate per caso nella corsia dei casalinghi di un centro commerciale. La superficie ruvida può rappresentare benissimo un pavimento o una parete di roccia: sarà necessario solo lavorare un po’ di pennello asciutto con alcune sfumature di marrone e di grigio.
Vediamo altre idee:
Sono due oggetti in vendita nei discount di oggettistica a basso prezzo. Sulla sinistra abbiamo una base per un “giardino Zen”, che, in pratica, è un diorama già pronto, mentre sulla destra c’è il piedistallo per un piccolissimo vaso, che sembra fatto apposta per le miniature singole.
Per dare maggior risalto ad alcuni modelli, come quello nella foto seguente, si possono usare le parti in marmo di coppe e trofei:
Un ultimo consiglio: applicate sempre dei feltrini adesivi sotto la base, in modo da non rovinare le superfici di appoggio.

A presto!

Commenti

Blogger ha detto…
There's a chance you're eligible to get a free $100 IKEA Gift Card.

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Panzer VI b - Tigre reale

Prodotto tra il 1944 ed il 1945, il Tigre II (o Tigre B - Sd. Kfz.182) fu la risposta alle richieste del comando tedesco per un carro armato superpesante.
Le foto, scattate nel museo dei corazzati di Bovington (UK), mostrano le due versioni del mezzo in esame.
Le prime due riguardano un esemplare con torretta Porsche e mimetizzazione a 3 toni (giallo-ocra, verde, rosso-marrone).
Dopo solo 50 mezzi prodotti, si decise di cambiare il disegno della torretta in favore di quella progettata dalla Henschel, poichè si temeva che la curvatura inferiore del mantelletto potesse deviare i colpi in arrivo verso la corazza superiore (più sottile) del mezzo. Nella foto seguente si vede un modello dotato della nuova torretta e coperto di zimmerit.
Lo zimmerit era una pasta antimagnetica composta da solfato di bario (40%), polivinilacetato (PVA) per il 25%, pigmento ocra (15%), segatura (10%) e solfito di zinco per il restante 10%, che aveva lo scopo di impedire alle mine magnetiche di aderire al mezz…

Boeing 737-800

La serie 737 rappresenta il più diffuso tipo di aereo passeggeri per tratte medio-brevi in servizio su scala mondiale. La prima serie (737-100) è entrata in produzione nel 1967.
Nelle foto vediamo un modello 737-800 di proprietà della Ryanair, che dispone di circa 300 aerei di questo tipo. Il 737-800 appartiene alla cosiddetta "Next Generation", varata nel 1996, che prevede velivoli più grandi, meno rumorosi e con maggiore ottimizzazione del carburante.
Il velivolo, del costo di 80.8 milioni di dollari americani, è in grado di accogliere fino a 189 passeggeri.
Modello in plastica in scala 1/144 della Revell, interamente dipinto con vernice spray, a parte la linea gialla che si può realizzare a pennello o con un pennarello a vernice.
Buoni gli incastri ed ottime le decals, che offrono la possibilità di realizzare sia la vecchia livrea Ryanair, che quella illustrata, di nuovo tipo.
Il braccio che sostiene l'aereo è un attaccapanni da muro in plastica, forato e fissato al …