Passa ai contenuti principali

Teche per diorami

Ok, abbiamo finito il nostro diorama, quindi, dopo avergli trovato un posto dove poggiarlo per ammirarlo in tutta comodità, sorge un problema: come proteggerlo dalla polvere?
La soluzione più dispendiosa è senza dubbio farsi realizzare una teca in vetro o plexiglass su misura, ma io preferisco operare in proprio.
Vi propongo alcune idee.
Partiamo da questo diorama warhammer fantasy, la cui copertura è realizzata con fogli di vetro sintetico da 4 mm di spessore:
Il materiale non costa poco ed è difficile da tagliare, ma è abbastanza rigido da sopportare il suo stesso peso anche per grandi dimensioni, come in questo caso.
Di seguito una variante realizzata con lo stesso tipo di plexiglass e adatta per modellini lunghi e stretti, come questo cannone ferroviario:
Il disegno triangolare consente di risparmiare sul materiale, dato che si può fare a meno del pannello per il tetto; il nastro di fissaggio è del tipo trasparente extra-forte, mentre alcuni gommini trasparenti adesivi posti ai lati della base prevengono lo scivolamento delle pareti in caso di urti accidentali.
E' preferibile far tagliare le lastre direttamente nel negozio, se il servizio è disponibile, altrimenti occorre un taglierino pesante di tipo professionale o un tagliavetri, ma sempre con molta attenzione, poichè rimane comunque il rischio di una rottura al momento del distacco delle parti; la soluzione ideale sarebbe un tagliapiastrelle, ma di solito è costoso e di ampiezza insufficiente per una copertura come quella illustrata.
Per diorami più ridotti, si può utilizzare uno spessore più sottile (2 mm) dello stesso materiale, sezionabile con dei normali taglierini a lama larga: 
Sia nel diorama precedente che in quello successivo ho aggiunto un foglio di specchio sintetico sulle pareti di fondo, per migliorare l'effetto visivo: è un foglio di plastica che si può tagliare con lo stesso taglierino a lama larga di cui sopra ed incollare sul plexiglass con del nastro biadesivo.
Ora passiamo alla soluzione più economica fra tutte:
La copertura di questo diorama Warhammer 40000 è fatta con il materiale trasparente (Crilex) delle cornici a giorno da 70x100 cm.
Consiglio di acquistarle nei negozi di casalinghi economici, in modo da avere a buon prezzo sia la parte trasparente che il fondo di masonite, entrambi lavorabili con il taglierino ed entrambi utili per i diorami.

E' importante ricordare alcune cose:
1 - prima di coprire il diorama attendete almeno 24 ore dall'ultimo incollaggio;
2 - realizzate la copertura indipendentemente dal pezzo, in modo da poterla rimuovere per eventuali ritocchi;
3 - non usate mai il cianoacrilato (Attak) per incollare le parti trasparenti, poichè i vapori opacizzano le superfici; consiglio l'utilizzo dei normali collanti trasparenti in tubetto;
4 - all'occorrenza, rinforzate gli angoli con del nastro adesivo trasparente di tipo forte.

A presto!

Commenti

Monty ha detto…
Great ! i like your work
luca tempesta ha detto…
many thanks, Monty.
I hope it's useful!
Fed Zeppelin ha detto…
tu lo sai vero, che semmai decidessi si usare un taglierino per le lastre di vetro sintetico mi taglierei le dita?
luca tempesta ha detto…
è chiaro che tutti i metodi illustrati vanno messi in pratica sotto la supervisione di un adulto responsabile!
j.d ha detto…
Hola
MAGNIFICO,trabajo,y magnificos dioramas,GRACIAS por compartirlo
UN SLAUDO
luca tempesta ha detto…
many thanks, i'm happy you like it!
bye
Andrea Zaleski ha detto…
Potresti darmi qualche informazione in più su come realizzare teche: insomma cosa deve sapere un esordiente totale (in particolare con riguardo all'incollaggio, perpendicolaritò dei lati, ecc.)

Grazie
Andrea
luca tempesta ha detto…
ciao Andrea.
per l'incollaggio ti consiglio una colla del tipo "pattex extreme", molto forte e trasparente, ma richiede che le parti da incollare siano bloccate con il nastro adesivo mentre solidifica; non usare mai l'attak!
se lo trovi, il nastro adesivo può essere di tipo trasparente molto forte, marca Tesa, che può anche essere lasciato sul pezzo finito.
Per la perpendicolarità, io mi appoggio semplicemente al muro, altrimenti puoi usare dei morsetti per cornici.
credo sia tutto, ma sentiti libero di chiedere quello che vuoi, anche usando la mail indicata nei Contatti.
ciao
Blogger ha detto…
Order a professional Sparkling White Smiles Custom Teeth Whitening System online and get BIG SAVINGS!
* Up to 10 shades whiter in days!
* Results Guaranteed.
* As good as your dentist, for a fraction of the cost.
* Same strength as dentists use.

Post popolari in questo blog

Il Samurai d'acciaio (IJN Akagi)

Progettata come incrociatore e convertita in portaerei in corso d'opera, la Akagi (in giapponese: castello rosso, dal nome di un vulcano del Kanto) entrò in linea prima dello scoppio della seconda guerra mondiale:
Sottoposta a vari ammodernamenti, la nave prese parte all'attacco a Pearl Harbor del 07.12.1941.
Nella foto seguente si vede bene il fumaiolo, piegato in basso e all'esterno, perchè il fumo non invadesse il ponte di volo:
Un primo piano del ponte con l'elevatore di prua in evidenza:
Dati tecnici: dislocamento: 42000 t; lunghezza: 260,68 m; larghezza: 31,32 m; equipaggio: 2000.
Fu affondata dagli aerosiluranti americani durante la battaglia delle Midway.
Il modello è della Hasegawa, in scala 1.350. Molti i pezzi da assemblare, con un buon dettaglio generale; scafo dipinto a spruzzo, usando la carta gommata per le mascherature.
Il ponte di volo presenta alcune linee da dipingere a mano, data l'assenza delle decals.

Per una rassegna di film di guerra cliccat…

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

Disarmato in battaglia (EA-6B Prowler)

Il velivolo EA-6B Prowler (Predatore) è un quadriposto da guerra elettronica prodotto dalla ditta Grumman.
L'aereo deriva dall'A-6 Intruder, aereo da appoggio tattico: le maggiori differenze sono l'aggiunta di un bulbo contenente apparati elettronici sulla sommità della deriva e di due sedili aggiuntivi per gli operatori ai sistemi. All'esterno trovano posto fino a 5 gondole ECM; nel modello illustrato due di esse sono state sostituite da serbatoi sganciabili, che ne allungano il raggio d'azione.
In occasione di missioni di soppressione dei radar nemici, il Prowler può essere equipaggiato con missili antiradar AGM-88 Harpoon (peraltro non previsti nella versione in esame, ma solo nelle successive). Il perspex che compone il tettuccio è ricoperto di una sottilissma foglia di oro, volta a bloccare l'ingresso di radiazioni dannose provenienti dalle apparecchiature di disturbo elettronico.
L'aereo ha un peso massimo al decollo di 27.900 kg ed è capace di una ve…