Passa ai contenuti principali

Terry Pratchett's The Colour of Magic


Anno: 2008

Numero di puntate: 2

Regia: Vadim Jean

Interpreti: David Jason, Sean Astin, Tim Curry, Christopher Lee (voce di Morte)

Trama:
Il mago Rincewind (Scuotivento) viene cacciato dall’Università Invisibile per inettitudine e costretto da Lord Vetinari, il Patrizio di Ankh-Morpork, a fare da guida turistica al primo turista di Mondo Disco, Twoflower (Duefiori), che ha al seguito il suo Bagaglio, capace di camminare sulle proprie gambe e di affrontare qualunque avversario. Mentre Rincewind si allontana dalla città al seguito di Twoflower, l’Octavo, il testo che contiene gli otto incantesimi più potenti, comincia a dare segni di irrequietezza, a causa dell'allontanarsi di uno dei suoi incantesimi, che si è installato nella mente del mago molti anni prima. Ymper Trymon, un mago assetato di potere, nel frattempo elimina tutti coloro che ne ostacolano l’ascesa, compreso l’Arcicancelliere, di cui prenderà il posto, ma la magia contenuta nell'Octavo comincia a fuoriuscire dalla cella in cui il libro è incatenato, trasformando il bibliotecario in un orango. Volendo impadronirsi degli otto incantesimi, Trymon scatena una caccia all’uomo per ritrovare Rincewind, mentre la grande A’Tuin si dirige inspiegabilmente verso una stella che minaccia di distruggere Mondo Disco. Con l’aiuto dell’ormai anziano Cohen il barbaro, i due viaggiatori, dopo un breve passaggio nel mondo dell’aldilà, tornano ad Ankh-Morpork, in tempo per impedire a Trymon di assorbire tutta la magia dell’Octavo e dominare Mondo Disco.

Molto liberamente tratto dai romanzi The Colour of Magic e The Light Fantastic, è il secondo adattamento televisivo (il primo è Hogfather) delle opere di Terry Pratchett, che appare nel ruolo dell’astrozoologo nel finale. L’umorismo dell’autore tocca e dissacra (bonariamente) tutti i grandi temi della letteratura fantasy, inserendoli in un mondo magico che è spesso lo specchio critico della nostra società. Essendo tratto dal primo romanzo della saga di Discworld, si vedono appena accennate alcune idee che troveranno pieno sviluppo nei libri successivi. Il colpo di scena finale è tenero e commovente, pur non abbandonando l’atmosfera leggera dell’opera.

Nella foto: il bibliotecario.
A presto!

Commenti

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Panzer VI b - Tigre reale

Prodotto tra il 1944 ed il 1945, il Tigre II (o Tigre B - Sd. Kfz.182) fu la risposta alle richieste del comando tedesco per un carro armato superpesante.
Le foto, scattate nel museo dei corazzati di Bovington (UK), mostrano le due versioni del mezzo in esame.
Le prime due riguardano un esemplare con torretta Porsche e mimetizzazione a 3 toni (giallo-ocra, verde, rosso-marrone).
Dopo solo 50 mezzi prodotti, si decise di cambiare il disegno della torretta in favore di quella progettata dalla Henschel, poichè si temeva che la curvatura inferiore del mantelletto potesse deviare i colpi in arrivo verso la corazza superiore (più sottile) del mezzo. Nella foto seguente si vede un modello dotato della nuova torretta e coperto di zimmerit.
Lo zimmerit era una pasta antimagnetica composta da solfato di bario (40%), polivinilacetato (PVA) per il 25%, pigmento ocra (15%), segatura (10%) e solfito di zinco per il restante 10%, che aveva lo scopo di impedire alle mine magnetiche di aderire al mezz…

Boeing 737-800

La serie 737 rappresenta il più diffuso tipo di aereo passeggeri per tratte medio-brevi in servizio su scala mondiale. La prima serie (737-100) è entrata in produzione nel 1967.
Nelle foto vediamo un modello 737-800 di proprietà della Ryanair, che dispone di circa 300 aerei di questo tipo. Il 737-800 appartiene alla cosiddetta "Next Generation", varata nel 1996, che prevede velivoli più grandi, meno rumorosi e con maggiore ottimizzazione del carburante.
Il velivolo, del costo di 80.8 milioni di dollari americani, è in grado di accogliere fino a 189 passeggeri.
Modello in plastica in scala 1/144 della Revell, interamente dipinto con vernice spray, a parte la linea gialla che si può realizzare a pennello o con un pennarello a vernice.
Buoni gli incastri ed ottime le decals, che offrono la possibilità di realizzare sia la vecchia livrea Ryanair, che quella illustrata, di nuovo tipo.
Il braccio che sostiene l'aereo è un attaccapanni da muro in plastica, forato e fissato al …