Passa ai contenuti principali

La fortezza semovente

Gli Haradrim, alleati di Sauron, scesero in battaglia contro gli Uomini Liberi sotto le mura di Minas Tirith schierando la loro arma più potente: i Mumak.
 
I possenti olifanti imperversarono sul campo di battaglia, quasi insensibili ai proiettili nemici, trasportando sul dorso interi battaglioni di guerrieri.
 
Il guidatore dell'animale lo controllava dalla sua postazione proprio al di sopra della testa del pachiderma, mentre i soldati scagliavano sui nemici lance e frecce.
Il campo di battaglia era disseminato dei cadaveri dei Rohirrim e delle loro cavalcature.

Modellino e figurini in plastica della GW in scala 28 mm; l'altezza totale è di 25 cm, a parte la base di legno.
Il pezzo è imponente e i dettagli sono ottimi, compresa la base - diorama che ritrae i caduti sul campo, ma gli incastri sono problematici e sia i pezzi del Mumak che i figurini richiedono un lungo lavoro di ripulitura dagli sfridi di fusione; anche i punti di contatto tra le zampe dell'olifante e la base in plastica hanno avuto bisogno di un'ampia stuccatura.
Peccato, dato l'alto costo del kit di montaggio.
Al solito, ho utilizzato degli spray per i colori di fondo, ricorrendo ai pennelli per i dettagli.
Per le zanne ho effettuato dei drybrush in varie sfumature di marrone su di una base in color avorio, mentre i tiranti, non compresi nel kit, sono stati realizzati con spago da cucina.
L'effetto polvere sulle zampe si ottiene con un drybrush nello stesso colore usato per il terreno.
Un'abbondante lavatura nera fornisce le ombre e definisce i volumi dell'olifante e del baldacchino, mentre per la base lo stesso risultato si ottiene con il marrone.
L'intera struttura è stata infine incollata su un tagliere in bambù fornito di gommini antiscivolo.

A presto!

Commenti

Morikun ha detto…
Woah !! Oo' Very "big mini" XD

Your job is more and more good my Dear Luca ^^

I really love the real ropes !!

Good job as usual !! ^^
Captain LOL ha detto…
Splendida scultura e messa in pittura , un soggetto molto interessante , mi piace !.
Complimenti Luca .
Ciao .
luca tempesta ha detto…
many thanks Morikun and Captain Lol!
you are both very kind and i'm really happy you appreciate it.
bye
Michael Awdry ha detto…
Wonderful! I have always loved this model and you have done such a great job on it.
j.d ha detto…
Hola Amigo
Que pasada el bicho,y esa peana con todos los muertos y demás,un gran trabajo
un saludo
Phil ha detto…
Beautiful work!!
Fed Zeppelin ha detto…
questo diorama lo amo proprio!! *__*
luca tempesta ha detto…
many thanks Michael!
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
you're right there was much to do on it and i'm glad that you like it.
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks Phil!
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!
Al ha detto…
Wow! Outstanding in detail and composition. Bravo!
luca tempesta ha detto…
many thanks Al!

Post popolari in questo blog

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

A'Tuin

"Ho sempre sospettato che gli Dei avessero senso dell'umorismo, altrimenti perchè avrebbero piazzato il nostro mondo sul dorso di quattro elefanti che stanno appoggiati su una tartaruga che nuota nello spazio?"
Moist von Lipwig
La Grande A'Tuin, appartenente alla specie Chelys Galactica, è il personaggio più misterioso di Mondo Disco: nessuno sa quanti anni abbia, dove stia andando e perchè.
Persino il suo sesso è ignoto, anche se almeno una spedizione di astrozoologi ha tentato di svelare il mistero (la vicenda è raccontata nella miniserie The Colour of Magic).
Tra le città più importanti di Mondo Disco è impossibile non citare Ankh Morpork, sede dell'Università Invisibile, il cui computer centrale verrà interogato da Morte nel tentativo di scoprire cosa fosse successo a Hogfather.
Lungo il bordo del disco l'acqua degli oceani si riversa nello spazio, generando la schiuma che si vede tutto intorno.
Una leggenda sostiene che, originariamente, vi fossero cinque…

Apotecario degli Space Marine Primaris

Quando uno Space Marine cade sul campo di battaglia, l'Apotecario interviene con i suoi strumenti e ne estirpa il seme genetico, che diverrà la base per la creazione di nuovi soldati, fedeli all'Imperatore.




Figurino in plastica, in scala 28mm, prodotto dalla Games Workshop.
Interamente dipinto con i colori acrilici Citadel su una base di primer spray bianco; l'effetto sangue e il lucido trasparente usato sulla siringa appartengono alla linea di colori Citadel Technical.

A presto!