Passa ai contenuti principali

Granatiere francese del 1812

Il formidabile esercito con cui Napoleone Bonaparte conquistò quasi tutta l'Europa poteva contare su uomini ben addestrati e devoti al loro imperatore.
Tra questi, l'elite era costituita dagli appartenenti alla Guardia:
Qui vediamo un granatiere a piedi del 1° Reggimento, costituito ufficialmente il 3 gennaio 1800, nell'ambito della Guardia Consolare, per poi confluire l'anno successivo nella Guardia Imperiale.
Siccome godevano di vari privilegi ed erano raramente impiegati in battaglia, gli appartenenti alla Vecchia Guardia suscitavano l'invidia dei soldati regolari, che li definivano spregiativamente "Gli Immortali".
L'uniforme indossata dal figurino è quella con cui i granatieri si schieravano in battaglia.
Da notare l'alto cappello di pelo di orso nero e lo zaino in pelle di vitello, di dimensioni maggiori rispetto a quello delle truppe di linea.
I mustacchi e i favoriti erano obbligatori, come pure i capelli incipriati e raccolti a coda.
Il reggimento venne disciolto l'11 ottobre 1815.

Il figurino è in metallo, alto circa 6 cm, e proviene da una serie di figurini napoleonici venduti in edicola dalla Hobby & Work.
La fattura è buona, anche se richiede un pò di pulizia, mentre la colorazione è scadente, quindi ho coperto il pezzo con un primer spray bianco, per poi ridipingere i particolari a pennello.
La lavatura in colore marrone per l'incarnato ed il terreno e quella in nero per le altre parti forniscono maggiore profondità al soggetto.
La base è costituita da una rondella di marmo prelevata da un vecchio trofeo.

A presto!

Commenti

Fed Zeppelin ha detto…
bello! e interessante, penso che lo studierò per benino :)
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!
la documentazione è a tua disposizione quando vuoi.
ciao
Michael Awdry ha detto…
What a great piece of work! Well done Luca.
j.d ha detto…
Hola
Gran trabajo amigo
Y como siempre me gusta lo que cuentas de la historia
Un saludo
luca tempesta ha detto…
many thanks Michael!
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
i'm really happy that you like the text too!
bye
maximex ha detto…
With stunning detail, a very successful model
luca tempesta ha detto…
many thanks Maximex, you're very kind!
bye
Simmy ha detto…
Molto bello questo pezzo della vecchia guardia di Napoleone. Complimenti per l'idea di "riciclare" un pezzo "da edicola".
Cimentarsi col napoleonico è sempre un'impresa non da poco, bravo come sempre!
Ciao
Simmy
luca tempesta ha detto…
molte grazie Simmy!
tu sei un esperto del periodo, e un tuo parere è sempre bene accetto!
ciao
Blogger ha detto…
FreedomPop is Britian's first ABSOLUTELY FREE mobile communications provider.

With voice, text and data plans provided for £0.00/month (100% FREE).

Post popolari in questo blog

Il Samurai d'acciaio (IJN Akagi)

Progettata come incrociatore e convertita in portaerei in corso d'opera, la Akagi (in giapponese: castello rosso, dal nome di un vulcano del Kanto) entrò in linea prima dello scoppio della seconda guerra mondiale:
Sottoposta a vari ammodernamenti, la nave prese parte all'attacco a Pearl Harbor del 07.12.1941.
Nella foto seguente si vede bene il fumaiolo, piegato in basso e all'esterno, perchè il fumo non invadesse il ponte di volo:
Un primo piano del ponte con l'elevatore di prua in evidenza:
Dati tecnici: dislocamento: 42000 t; lunghezza: 260,68 m; larghezza: 31,32 m; equipaggio: 2000.
Fu affondata dagli aerosiluranti americani durante la battaglia delle Midway.
Il modello è della Hasegawa, in scala 1.350. Molti i pezzi da assemblare, con un buon dettaglio generale; scafo dipinto a spruzzo, usando la carta gommata per le mascherature.
Il ponte di volo presenta alcune linee da dipingere a mano, data l'assenza delle decals.

Per una rassegna di film di guerra cliccat…

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

Disarmato in battaglia (EA-6B Prowler)

Il velivolo EA-6B Prowler (Predatore) è un quadriposto da guerra elettronica prodotto dalla ditta Grumman.
L'aereo deriva dall'A-6 Intruder, aereo da appoggio tattico: le maggiori differenze sono l'aggiunta di un bulbo contenente apparati elettronici sulla sommità della deriva e di due sedili aggiuntivi per gli operatori ai sistemi. All'esterno trovano posto fino a 5 gondole ECM; nel modello illustrato due di esse sono state sostituite da serbatoi sganciabili, che ne allungano il raggio d'azione.
In occasione di missioni di soppressione dei radar nemici, il Prowler può essere equipaggiato con missili antiradar AGM-88 Harpoon (peraltro non previsti nella versione in esame, ma solo nelle successive). Il perspex che compone il tettuccio è ricoperto di una sottilissma foglia di oro, volta a bloccare l'ingresso di radiazioni dannose provenienti dalle apparecchiature di disturbo elettronico.
L'aereo ha un peso massimo al decollo di 27.900 kg ed è capace di una ve…