Passa ai contenuti principali

Il mulino

Un breve post per mostrarvi cosa ho realizzato su richiesta di mia moglie.
Eccovi le immagini di un piccolo mulino, simile a quelli che si vedono nelle illustrazioni dei libri di fiabe:
La struttura portante è un tubo di cartone, su cui ho arrotolato una sfoglia di pasta modellabile Das tirata con un mattarello; il disegno dei blocchi si ottiene con un altro mattarello scanalato, utilizzato per  il cake design.
Porta e finestre sono pure in Das, modellati con il taglierino e dipinti a pennello, quindi incollati al corpo centrale.
Il tetto si ottiene avvolgendo la carta vetrata su una struttura di masonite e dipingendola con vernice spray.
Il segnavento è in plastica, con uno stuzzicadenti come asta, mentre le pale sono in legno, anch'esse verniciate con vernice spray.
La base è un sottopentola in legno munito di feltrini adesivi e coperto con colla vinilica, sabbia, sassolini ed erba da presepe.

A presto!

Commenti

Captain LOL ha detto…
Molto bello Luca . Un giorno ti domanderò più dettagli come ai fatto il muro é perfetto !
Ciao .
Michael Awdry ha detto…
That is a strange model Luca, but I love the base work.
luca tempesta ha detto…
molte grazie capitano!
per il muro ho usato un attrezzo da cucina, che rende tutto molto facile!
ciao
luca tempesta ha detto…
many thanks Michael!
it's a strange model indeed!
bye
Al ha detto…
Cool, I've always wanted a windmill for my collection
luca tempesta ha detto…
many thanks Al, you're very kind!
bye
j.d ha detto…
Hola Amigo
Que bueno,me gusta,su señora tiene buen gusto,sabes solo falta la princesa de largos cabellos asomada de la ventana
UN saludo
FourEyedMonster ha detto…
Forgive me for my curiosity but what would your wife want with a windmill?

Nicely done by the way. :)
Simmy ha detto…
Un'opera molto ingegnosa e davvero carina, anche perchè realizzata con prodotti "poveri". Io lo userei col regolamento "Little Wars" di H. G. Wells, che lo giocava con soldatini giocattolo e cannoncini a molla, ai primi del '900.
In effetti anch'io sarei curioso di sapere perchè la tua signora voleva un mulino, perdona la curiosità.
Ciao
Anonimo ha detto…
ANCHE IO SONO CURIOSO DI SAPERE PERCHE' LA TIA SIGNORA, CIOE' MIA SORELLA, VOLEVA UN MULINO.
COMUNQUE MOLTO CARINO , POI IL PARTICOLARE DEL MURO è VERAMENTE BEN REALIZZATO.
A PRESTO ALESSANDRO
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
you're right: i didn't think about the princess!
bye
luca tempesta ha detto…
many thanks FEM!
well, i asked her, and she told me that it makes her think about a sunshine country spring!
bye
luca tempesta ha detto…
ciao Simmy e Alessandro, e grazie a entrambi!
come ho detto a FEM, pare che il mulino la faccia pensare ad un paesaggio primaverile di campagna!
ciao
FourEyedMonster ha detto…
How sweet ^_^ ... the sunshine country spring reference I mean.
Fed Zeppelin ha detto…
Ma quanto è carino! :D
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!

Post popolari in questo blog

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

A'Tuin

"Ho sempre sospettato che gli Dei avessero senso dell'umorismo, altrimenti perchè avrebbero piazzato il nostro mondo sul dorso di quattro elefanti che stanno appoggiati su una tartaruga che nuota nello spazio?"
Moist von Lipwig
La Grande A'Tuin, appartenente alla specie Chelys Galactica, è il personaggio più misterioso di Mondo Disco: nessuno sa quanti anni abbia, dove stia andando e perchè.
Persino il suo sesso è ignoto, anche se almeno una spedizione di astrozoologi ha tentato di svelare il mistero (la vicenda è raccontata nella miniserie The Colour of Magic).
Tra le città più importanti di Mondo Disco è impossibile non citare Ankh Morpork, sede dell'Università Invisibile, il cui computer centrale verrà interogato da Morte nel tentativo di scoprire cosa fosse successo a Hogfather.
Lungo il bordo del disco l'acqua degli oceani si riversa nello spazio, generando la schiuma che si vede tutto intorno.
Una leggenda sostiene che, originariamente, vi fossero cinque…

Apotecario degli Space Marine Primaris

Quando uno Space Marine cade sul campo di battaglia, l'Apotecario interviene con i suoi strumenti e ne estirpa il seme genetico, che diverrà la base per la creazione di nuovi soldati, fedeli all'Imperatore.




Figurino in plastica, in scala 28mm, prodotto dalla Games Workshop.
Interamente dipinto con i colori acrilici Citadel su una base di primer spray bianco; l'effetto sangue e il lucido trasparente usato sulla siringa appartengono alla linea di colori Citadel Technical.

A presto!