Passa ai contenuti principali

Avia S.92 Turbina

Durante la seconda guerra mondiale la Cecoslovacchia era parte del Reich tedesco, e la maggiore industria aeronautica del luogo, la Avia, si trovò così a produrre i nuovi caccia Me 262 Schwalbe.

Al termine della guerra la stessa azienda ne continuò la produzione a favore dell'aeronautica nazionale cecoslovacca.
Il caccia rimase in linea fino ai primi anni '50, quando fu sostituito dai nuovi velivoli di produzione sovietica.
L'aereo riprodotto nel modellino di queste foto è conservato presso il museo dell'aeronautica di Praga - Kbely.

Il modellino è in plastica, prodotto dalla Revell in scala 1/72.
L'ho recuperato, malamente assemblato, in un mercatino, insieme a vari altri pezzi:
Come si nota, ho dovuto ricostruire il cupolino mancante con lo stucco bicomponente, quindi ho aggiunto il radiogoniometro sull'ala, l'antenna a filo (realizzata con del filo di nylon) e quella ad anello (ottenuta da un anello metallico di una catenella).
Ho verniciato il modellino con vernice spray di colore alluminio, tipica degli aerei di quel periodo, dipingendo poi i dettagli a pennello.
Ho preso le decals da un'altra scatola di montaggio e non ho applicato lavature, poichè le pannellature sono sufficientemente evidenti.

A presto!

Commenti

Fed Zeppelin ha detto…
è bello bello, hai fatto un ottimo lavoro di restauro :)
j.d ha detto…
Hola
Que buena,no se si yo ...nunca lo avía visto con estos colores,una cosa nueva jajaja
un saludo
luca tempesta ha detto…
grazie Fed, sono contento che ti piaccia!
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
you're right, this plane has been rarely seen in western countries.
bye
FourEyedMonster ha detto…
A very simple color scheme yet an effective one. :)
luca tempesta ha detto…
many thanks FEM!
it was the typical cold war period scheme.
bye

Post popolari in questo blog

Gouged Eye blood bowl team

La squadra dei Gouged Eye è pronta a scendere in campo:
vediamo alcuni dei ruoli, di seguito il Thrower e un Goblin:

qui il Blocker e il Blitzer:

due linemen:

e, per finire, il Troll:


Tutti i figurini, tranne il Goblin, sono in plastica, prodotti dalla Games Workshop in scala 28mm.
Ho lavorato con i colori Citadel su un fondo primer colorato della stessa marca, usando il blu per il troll e il bianco per tutti gli altri.
La base è stata decorata con colla vinilica e erba elettrostatica.

A presto!

Lo sbarco in Normandia

Il 6 giugno 1944 lo SHAEF, il comando supremo delle forze di spedizione alleate, giocava la sua carta più rischiosa: l'operazione Overlord, ovvero la più grande operazione anfibia della storia.
Il tentativo effettuato due anni prima a Dieppe aveva dolorosamente insegnato che non era possibile prendere un porto nemico pesantemente fortificato, quindi si optò per la creazione di un'ampia testa di ponte, su cui poi si sarebbero creati dei porti con il rivoluzionario sistema di pontoni galleggianti Mulberry.
Dwight David Eisenhower, capo supremo dell'esercito alleato, aveva già preparato un messaggio da consegnare alla stampa in caso di fallimento, accollandosene tutta la responsabilità.
In queste immagini vediamo gli uomini della 29° divisione di fanteria USA che abbandonano il loro mezzo da sbarco (LCVP) e si lanciano sulla spiaggia francese, pesantemente difesa dai soldati tedeschi.
Alcuni di loro indossano un bracciale colorato che agisce da rilevatore di gas venefici, ca…

Elementi scenici per warhammer 40k

Ho realizzato una piattaforma di atterraggio e un generatore di energia da utilizzare sul tavolo da gioco:
Il generatore è costituito da una scatola di derivazione in plastica trattata con un fondo spray nero e, successivamente, con vernice ad effetto martellato:
La piattaforma di atterraggio è costituita da un ripiano in legno da 5 mm di spessore con tubi di cartone come pilastri. Il tutto è stato ricoperto con parti ritagliate da un foglio di alluminio da rivestimento.
L'alluminio è stato incollato ai supporti con colla per metallo.

A presto!