Passa ai contenuti principali

Sicilia 1943

Al vacillare della situazione interna italiana a seguito delle sconfitte subite nella prima fase della seconda guerra mondiale, l'esercito tedesco inviò in Italia diversi contingenti per affiancare il Regio Esercito ed intervenire nel caso di defezione dell'alleato.
Di seguito vediamo due soldati della Wehrmacht che manovrano una MG34 in funzione contraerea durante le operazioni dell'estate 1943 in Sicilia:

A causa dell'alta temperatura, i due soldati si sono tolti la giacca della divisa.
A terra si distinguono i caricatori a tamburo di ricambio e il contenitore con le canne per la MG34. 
Un piccolo muretto di pietre a secco e alcune piante di fico d'india fanno da sfondo alla postazione.
Di seguito vediamo i primi piani dei protagonisti:
Diorama in resina in scala 1/35 con figurini in plastica della Dragon.
La base è stata dipinta con un primer nero spray su cui ho applicato un drybrush in colore grigio per il muretto e ocra per il terreno; tutti gli elementi sono stati poi completati con una lavatura in colore marrone.
I figurini sono stati dipinti a pennello, con successive lavature in colore marrone per l'incarnato e nero per le altre parti; il drybrush sugli stivali è stato realizzato nello stesso colore del terreno, per simulare la polvere depositatasi durante la marcia.
La scenetta è stata infine incollata su un sottobicchiere in bambù munito di feltrini di appoggio.

A presto!

Commenti

maximex ha detto…
Oh, gosh.
What I can, or can not say, all of this.
Perfect!
Stunning natural colors,
terrain, station, and both "six pack" men
Fed Zeppelin ha detto…
il modo in cui riesci a rendere perfettamente l'ambientazione usando semplicemente un paio di elementi è incredibile!
Bellissimo!
Terence ha detto…
...i bulloni del treppiedi, la polvere sugli stivali, gli occhiali di uno dei soldati...come sempre sono i tuoi dettagli a fare la differenza!
Great dioramas as usual
I did not know that cactus exist in Sicily...
Anonimo ha detto…
stupendo
dai figurini all'ambientazione
ciao alessandro
luca tempesta ha detto…
hi Maximex!
i'm really moved by your judgement, many thanks!
bye
luca tempesta ha detto…
grazie Fed!
in fondo, è quello che si fa anche nei fumetti, quando in una vignetta si racchiude un mondo!
ciao
luca tempesta ha detto…
grazie Terence, sono davvero contento che ti piaccia!
luca tempesta ha detto…
many thanks Gilles!
actually, they are prickly pears, and some plants are also near my house in central Italy.
bye
luca tempesta ha detto…
grazie Ale, come sempre!
ciao
j.d ha detto…
Hola Amigo
Que buena escena si señor
Muy bien conseguido ese movimiento de las figuras
un saludo
luca tempesta ha detto…
many thanks j.d!
bye
Al ha detto…
Very nice, the poses are very animated
luca tempesta ha detto…
many thanks Al!
Phil ha detto…
Great job, look splendid and realistic!
luca tempesta ha detto…
many thanks Phil, you're very kind!
Captain LOL ha detto…
Bellissimo Luca , anche io o questi du personaggi su un treno che non o mai fatto ma chissà un giorno .. ;)
Mori kun ha detto…
Very good job as always my Dear Luca ^^

But your sandy scheme is still awesome !! I really love how you can give the impression of a very hot ambiant on your dioramas like this !!

Well done !

Serviteur,
luca tempesta ha detto…
grazie capitano!
spero di vedere presto gli stessi figurini fatti da te!
ciao
luca tempesta ha detto…
many thanks Morikun!
you are really very kind!
i used drybrush with three shades of color to paint the terrain and i'm happy that you appreciate it.
bye
FourEyedMonster ha detto…
Great work luca ... a nice little diorama piece. It looks like they have just arrived in the desert and they have yet to get sunburned. Again, very nice!
luca tempesta ha detto…
many thanks FEM!
in fact climatic conditions in Sicily during summer are not very different from the ones in north Africa.
bye
Simmy ha detto…
Caro Luca,
di bene in meglio!
Ancora un grande diorama.
Complimenti per la passione con cui realizzi le tue opere e un saluto
Simone
luca tempesta ha detto…
grazie infinite Simone!
ciao
Gino Patricolo ha detto…
Ottimo lavoro Luca, sia i personaggi che l'ambientazione! Mi ha fatto subito venire in mente la mia terra. And yes, cactus exist in Sicily :)

Post popolari in questo blog

Oculi de vitro cum capsula

Nei secoli bui del Medioevo, alcune figure isolate cercavano il conforto della ragione e della scienza per razionalizzare un mondo immerso nella superstizione e nella religiosità opprimente dell'Inquisizione.
Tra di loro, il protagonista de "Il nome della rosa", frate Guglielmo da Baskerville:
 Seduto ad uno dei banchi dello scriptorium, sembra distratto da un rumore...

Gli occhiali (oculi de vitro) sono appoggiati sul banco, accanto ai pennelli da miniatore.


Un topo è sul pavimento, tra le zampe del tavolo: "Ai topi i libri piacciono più che agli studiosi", dice Guglielmo ad Adso...
Un primo piano sull'espressione interrogativa del frate:
Il modello è interamente in metallo, in scala 80 mm, e presenta qualche problema di assemblaggio, soprattutto per orientare il banco coerentemente alla figura, plasmata sulle fattezze di Sean Connery.
Dopo una passata di primer nero spray si procede con la colorazione, infine ampie lavature di nero pongono in risalto l…

A'Tuin

"Ho sempre sospettato che gli Dei avessero senso dell'umorismo, altrimenti perchè avrebbero piazzato il nostro mondo sul dorso di quattro elefanti che stanno appoggiati su una tartaruga che nuota nello spazio?"
Moist von Lipwig
La Grande A'Tuin, appartenente alla specie Chelys Galactica, è il personaggio più misterioso di Mondo Disco: nessuno sa quanti anni abbia, dove stia andando e perchè.
Persino il suo sesso è ignoto, anche se almeno una spedizione di astrozoologi ha tentato di svelare il mistero (la vicenda è raccontata nella miniserie The Colour of Magic).
Tra le città più importanti di Mondo Disco è impossibile non citare Ankh Morpork, sede dell'Università Invisibile, il cui computer centrale verrà interogato da Morte nel tentativo di scoprire cosa fosse successo a Hogfather.
Lungo il bordo del disco l'acqua degli oceani si riversa nello spazio, generando la schiuma che si vede tutto intorno.
Una leggenda sostiene che, originariamente, vi fossero cinque…

Apotecario degli Space Marine Primaris

Quando uno Space Marine cade sul campo di battaglia, l'Apotecario interviene con i suoi strumenti e ne estirpa il seme genetico, che diverrà la base per la creazione di nuovi soldati, fedeli all'Imperatore.




Figurino in plastica, in scala 28mm, prodotto dalla Games Workshop.
Interamente dipinto con i colori acrilici Citadel su una base di primer spray bianco; l'effetto sangue e il lucido trasparente usato sulla siringa appartengono alla linea di colori Citadel Technical.

A presto!